laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Le Interviste – Mister Di Carlo: “Concreti ed efficaci, se conteniamo bene, almeno un gol lo facciamo sempre”

Più informazioni su

Mimmo Di Carlo – Foto Patrizio Moretti 

I complimenti per la grande rincorsa vanno fatti alla squadra, perché non era facile venire a giocare qui dopo la sconfitta con il Trapani, ma a livello psicologico abbiamo reagito benissimo

Sorridente e soddisfatto il mister delle aquile Mimmo Di Carlo si gode la vittoria ed il terzo posto momentaneo.

Pomeriggio perfetto mister? “Oggi abbiamo messo assieme le cose che sabato scorso non sono riuscite nel verso giusto, siamo riusciti a stare corti ed ordinati, Il Cagliari ci ha provato, ma il nostro coraggio, la voglia, la determinazione hanno avuto la meglio. Quando riusciamo a non allungarci troppo e a limitare gli avversari, ecco che possiamo far bene, perché un gol prima o poi lo facciamo sempre e oggi siamo stati bravi a crederci sino all’ultimo“.

Nel 2016 siete la squadra che ha fatto meglio, anche grazie agli acquisti di gennaio: “A me fa piacere soprattutto per il carattere che la squadra sta dimostrando. A gennaio abbiamo fatto un mercato intelligente con tre innesti di valore più un ritorno, giusto per migliorare dove potevamo avere meno qualità. Ma i complimenti per la grande rincorsa vanno fatti alla squadra, perché non era facile venire a giocare qui dopo la sconfitta con il Trapani, ma a livello psicologico abbiamo reagito benissimo. Certo potevamo fare ancora meglio, potevamo stare più attenti e concedere ancora meno,  ma ci siamo e ci vogliamo giocare le carte per i play-off“.

Come ha visto il Cagliari? “Grande potenziale da centrocampo in avanti, è chiaro che bisogna che concretizzino di più, oggi non sono stati concreti e magari c’è stato quel pizzico di fortuna per noi“.

Concretezza che avete trovato in questo periodo e poi Calaiò e Nenè un lusso: “Sono due giocatori di grande potenzialità, ma devono essere supportati dalla squadra, non basta la qualità se non corri e non pressi gli avversari. Se riusciamo a giocare ad alto ritmo e in velocità, possiamo sempre dire la nostra, altrimenti diventiamo una squadra normale. Nell’ultimo periodo magari non riusciamo ad essere più brillanti come nel periodo precedente e concediamo qualcosa in più sull’intensità, su questo aspetto dovremo tornare a migliorare“.

© Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su