laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Verso la Fondazione di Comunità: esperienze a confronto

Più informazioni su

LA SPEZIA – Si è svolto questa mattina alla Fondazione Carispezia, con il patrocinio di Acri (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa), l’incontro “Verso la Fondazione di Comunità: esperienze a confronto”, un’iniziativa promossa per spiegare cosa sono e come operano le Fondazioni di Comunità, enti non profit di diritto privato il cui obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita di una comunità locale, promuovendone lo sviluppo umano ed economico.

Con quest’incontro, Fondazione Carispezia ha approfondito il percorso verso la creazione di una Fondazione di Comunità alla Spezia, con l’obiettivo di coinvolgere le diverse espressioni della società civile nell’affrontare insieme i bisogni della vita quotidiana, incoraggiando la cultura della responsabilità, dell’impegno e della solidarietà. Nel corso della mattinata sono state presentate le esperienze di alcune Fondazioni di Comunità già attive nel Mezzogiorno, attraverso la testimonianza dei loro fondatori e rappresentanti.


Insieme al presidente della Fondazione Carispezia, Matteo Melley, sono intervenuti: Vincenzo Marini Marini, vice presidente dell’Acri; Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione con il Sud; Gaetano Giunta, presidente della Fondazione di Comunità di Messina; Pasquale Lemme, presidente della Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus di Napoli; Giovanni Vietri, già presidente della Fondazione di Comunità Salernitana Onlus; Giorgio Sordelli, esperto in progettazione sociale e consulente della Fondazione.
 
Abbiamo fatto toccare con mano alla nostra comunità le esperienze di altre Fondazioni nate nel Sud Italia – ha detto Matteo Melley, presidente della Fondazione Carispezia –  per far capire che anche alla Spezia si può fare. È una sfida che lanciamo e che ci auguriamo possa trovare interesse e condivisione nella società civile: da chi tutti i giorni si occupa di welfare – il Terzo Settore innanzitutto – ai cittadini che hanno a cuore lo sviluppo del loro territorio. Occorre dunque una coesione di forze e la Fondazione, pur di far accendere la scintilla per avviare la Fondazione di Comunità, è intenzionata a raddoppiare ogni euro che verrà raccolto sia per la costituzione del suo patrimonio sia per l’attività erogativa fino a 1 milione di euro”.


 
“L’Acri sta portando avanti, tramite il Gruppo Welfare che vede impegnate diverse Fondazioni, il percorso ‘Welfare e Comunità’” – ha detto Vincenzo Marini Marini, vice presidente dell’Associazione – “L’aspetto innovativo del progetto, al di là dei temi specifici affrontati da ogni Fondazione, risiede nel modo di operare delle Fondazioni stesse: non più soggetti che si limitano ad erogare ma realtà che creano nuove e più costruttive relazioni con la comunità, soprattutto con il Terzo Settore. Acri è quindi particolarmente interessata al percorso della Fondazione Carispezia come esempio concreto di applicazione di tali criteri”.
 
Le Fondazioni di Comunità rappresentano uno strumento importante per rafforzare e consolidare pratiche, esperienze e percorsi di coesione sociale e di solidarietà” – ha dichiarato Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD – “Non solo, in alcuni territori sono dei veri e propri motori di sviluppo locale, generatori di economia sociale, come nel caso ad esempio di Messina, ma anche di Napoli, dove vi sono due fondazioni comunitarie in quartieri non facili come il Rione Sanità e il Centro storico, di Salerno e della Val di Noto in Sicilia. In altre parole, le Fondazioni di Comunità sono la concretizzazione dell’idea che il capitale sociale è la premessa dello sviluppo”.

Più informazioni su