laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Comunisti italiani: «Basta con le beghe interne del PD»

Più informazioni su

Federazione Provinciale P.C.I. di La Spezia

LA SPEZIA – "Quanto sta accadendo all’interno del PD è lontano dalla realtà, disconnesso dai problemi reali e dalle aspettative della cittadinanza; un’ennesima lotta intestina al PD che rischia di consegnare la città ai vari populismi demagogici.
E’ troppo importante portare a termine il mandato per completare il programma che abbiamo sottoscritto e con cui questa coalizione di centro sinistra ha vinto nel 2012 è un impegno da onorare sino in fondo.

Basta con queste beghe del PD, il senso di responsabilità noi l’abbiamo sempre dimostrato pur mantenendo le nostre peculiarità ora tocca per davvero al PD farlo.
Per completare il programma e finire il mandato in questo anno che manca alle elezioni del 2017 chiediamo ora una ridiscussione nella maggioranza per uno slancio nuovo e per il rush finale.
Prendiamo in prestito una frase dei tre assessori dimissionari “la nostra speranza è che il nostro gesto possa servire per avviare una discussione interna “ ma noi aggiungiamo oltre che interna al PD a questo punto interna alla maggioranza.
Non possiamo più assistere a queste schermaglie prive di fondamenti su argomenti di programma di governo della città ma frutto di equilibri interni al P.D. che poco importano invece ai cittadini.

Per evitare questo sin da ora chiediamo un rilancio dell’azione di governo sui seguenti punti con una verifica settimanale dell’attuazione attraverso riunioni tra la Giunta i Segretari della maggioranza e i capigruppo.
I temi di importanza cruciale per noi sono:
portare all’approvazione del PUC frutto di un’intensa attività di partecipazione con i cittadini di tutti i quartieri della città, lasciare cadere l’atto amministrativa più importante per il futuro della città dopo un tale percorso innovativo di coinvolgimento diretto con la cittadinanza sarebbe gravissimo;
portare all’approvazione il regolamento della partecipazione avviato dall’assessore Pollio;
sviluppare il tavolo sui problemi delle aree dell'Enel dopo la dismissione della centrale a partire dalla bonifica e il rilancio industriale ( green economy);
water front : continuare il confronto di sintesi con l’A.P. appena avviato non perdendo di vista gli indirizzi espressi anche nel nuovo PUC;
portare all’approvazione il regolamento del verde e il piano di assestamento boschivo;
proseguire l’inchiesta pubblica su Saturnia e i lavori del sistema fognario del levante avviato dall’ass.re Natale;
seguire le opportunità del distretto delle casermette e dei cantieri S.Lorenzo;
Smart city;
abbandonare l’idea dell'ostello usando i locali della scuola d'infanzia in via Firenze;
valutare l'acquisizione del parcheggio di Piazza Europa in maniera più confacente dopo le previsioni di bilancio;
adoperarsi affinché riprenda al più presto il cantiere del nuovo Ospedale che sta vivendo una fase delicatissima, non solo per il nostro Comune,ma per tutta la provincia;.

Chi fa politica non si può permettere di essere un tifoso di parte,ma deve svolgere il suo impegno per dare risposte alla Società e alle Persone che ne hanno sempre più bisogno.
Con la caduta della Giunta ci sarebbe il commissariamento del Comune e l'indizione di nuove elezioni in tempi lunghi,si parla di un anno, ci rimetterebbero ancora una volta solo i cittadini.
E' questo quello che vuole il Partito Democratico?………. ci auguriamo che tutti si assumano davvero le proprie responsabilità".

Più informazioni su