laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia Hockey Sarzana contro il Thiene in una partita che vale una stagione

Più informazioni su

La stagione regolare del campionato di serie A1 è arrivata alle battute finali e il Carispezia Hockey Sarzana si giocherà il tutto per tutto in due partite che valgono quanto veri e propri “spareggi salvezza”. Sarà il puro terrore, un dramma sportivo la gara tra Carispezia Sarzana e Hockey Thiene perchè chi perde rischia davvero la retrocessione. Per i vicentini è una prova senza appello: in caso di KO i gialloblù tornerebbero matematicamente in serie A2. Non così per il Sarzana, che si complicherebbe non poco la vita, ma avrebbe una prova d’appello nell’ultima giornata a San Daniele Po. (nella foto una scena di esultanza della squadra rossonera).

LA SPEZIA – La stagione regolare del campionato di serie A1 è arrivata alle battute finali e il Carispezia Hockey Sarzana si giocherà il tutto per tutto in due partite che valgono quanto veri e propri “spareggi salvezza”. Questo sabato i rossoneri affronteranno l’A.S.D. Hockey Thiene in quello che sarà l’ultimo appuntamento casalingo della stagione. I veneti del Thiene, ultimi in classifica, non sono avversari da sottovalutare: è risaputo che un’animale diventa molto più aggressivo e pericoloso nel momento in cui si trova con le spalle al muro, e così è il Thiene. I gialloblu non hanno nulla da perdere, solo una grande voglia di farsi valere, e di lottare fino all’ultimo per guadagnarsi la permanenza nella massima categoria. I ragazzi allenati da Mister Cupisti, dal canto loro, intendono dare il massimo in questa volata finale per conquistare una salvezza che, come afferma il Presidente dell’Hockey Sarzana Maurizio Corona, vale quanto uno scudetto Queste due ultime gare di campionato sono infatti qualcosa di diverso da semplici partite di hockey – dice il Presidente Corona tecnica e tattica servono, ci mancherebbe, ma a contare di più saranno il carattere, la tenacia, il cuore, la personalità e l’attaccamento ad una maglia che nell’ Hockey Sarzana vale qualcosa in più. Sabato al Vecchio mercato contro il Thiene quell’energia negativa che ha contraddistinto questa stagione dovrà però diventare rabbia, furore agonistico e quant’altro possa servire a salvare la pelle in senso sportivo. Voglio ancora ripetere il concetto di sempre continua il presidente Corona: ci sono obiettivi che possono sembrare minori ed invece sono di vitale importanza nella vita di una società: una salvezza può valere uno scudetto? Per il Carispezia Hockey Sarzana vale molto di più. La squadra Veneta – continua Corona – resta a mio avviso la più bella sorpresa di questa stagione con un roster composto da soli italiani (anzi solo veneti e vicentini) unici in Italia. Ha zittito tutte le malalingue che scommettevano su un Thiene che non sarebbe riuscito neppure a muovere la classifica. E arriverà a questa sfida con dodici punti in classifica uno in meno dei rossoneri, cercando di trovare con il Sarzana la quarta vittoria della stagione, che gli possa riaprire le porte della lotta salvezza. Per i vicentini è una prova senza appello: in caso di KO i gialloblù tornerebbero matematicamente in serie A2. Non così per noi, che ci complicheremmo non poco la vita, ma avremmo una prova d’appello nell’ultima giornata a San Daniele Po”.

Per la gara di sabato il Carispezia Hockey Sarzana sarà quasi al completo, mancherà Andrea Perroni ma ci sarà il rientro di Alessandro Rossi. I rossoneri sono in buone condizioni fisiche e mentali nonostante la partita la rabbia per la sconfitta contro il Breganze avvenuta forse più per episodi, la squadra è molto motivata anche se conscia della delicatezza della posta in palio. La cosa che fa ben sperare in vista dell’incontro contro il Thiene sono le buone prestazioni offerte dalla squadra sia contro il CGC Viareggio sia contro il Breganze. Diamo un occhiata agli avversari: l’ Hockey Thiene, neo promossa in Serie A1, arriva a questa gara dopo la sconfitta subita in casa contro la Sinus Matera con il punteggio di 5 a 1. La formazione veneta, tornata in serie A1 dopo due stagioni di A2. Non ha fatto rivoluzioni all’organico a disposizione del confermatissimo tecnico e giocatore Giorgio Casarotto, e con lui ha confermato quasi in blocco gli artefici dell’accoppiata-meraviglia di vittorie della scorsa stagione: Coppa Italia di serie A2-promozione, vestono ancora in pista la maglia gialloblu del Thiene, oltre a Casarotto, i vari Brendolin, Piroli, Sperotto e i giovani Dalla Vecchia , Dalle Carbonare e Scuccato, con loro tre volti nuovi Stefano Vanzo (dal Roller Bassano), Nicola Comin (che ritorna a Thiene dopo la parentesi della scorsa stagione a Correggio) e Andrea Marangoni (dalla Sind Bassano). Ma veniamo alla presentazione più dettagliata della squadra tra i pali il portiere titolare Nicola Comin, classe 1980, grande promessa mancata, uno “zingaro” dell’ hockey veneto, la scorsa stagione per la prima volta nella sua carriera un’esperienza fuori dal Veneto in serie A1 a difesa della porta del Correggio esperienza terminata con la retrocessione della squadra emiliana, alle sue spalle un altro buon portiere, giovane promessa dell’ hockey vicentino Alberto Dalla Vecchia classe 1994 Nel ruolo di esterni partiamo da quello che è ormai l’uomo simbolo della formazione del Presidente Marchioretto ovvero Giorgio Casarotto che ricopre il ruolo di giocatore-allenatore, difensore , classe 1982, proviene dal vivaio della società con una parentesi con la maglia del Roller Bassano è certamente il simbolo è anche la stella di questa squadra, 15 reti messe a segno in questa stagione. Gli altri giocatori “made in Thiene” sono Andrea Brendolin, classe 1994, nonostante la sua giovane età è il vero genio e sregolatezza della formazione vicentina, assoluto protagonista la scorsa stagione nella conquista dell’accoppiata Coppa Italia-Promozione è un giocatore che meriterebbe certamente per la sua classe sopraffina palcoscenici di primo piano nell’ hockey Italiano, è il capocannoniere della squadra con 20 reti segnate, poi ancora Enrico Sperotto classe 1983, Marco Scuccato classe 1986 e Marco Dalle Carbonare classe 1994. I giocatori non provenienti dal vivaio gialloblù sono il confermato Davide Piroli classe 1990 attaccante scuola Valdagno il matchwinner autore della rete promozione al golden gol nei playoff a Castiglione nella scorsa stagione. Per finire i due nuovi acquisti di questa stagione Andrea Marangoni classe 1983 attaccante esperto con una lunga carriera alle spalle che arriva dall’importante esperienza con la Sind Bassano e Stefano Vanzo classe 1992 difensore cresciuto nel Roller Bassano con cui ha giocato sino alla scorsa stagione in Serie A2. La gara si presenta molto delicata per la formazione di Alessandro Cupisti, la squadra ci crede e giocherà la gara con la grinta che l’ha contraddistinta nelle ultime partite disputate, i rossoneri credono nelle proprie possibilità e vogliono ritrovare la vittoria smarrita nel girone di ritorno e conquistare la salvezza.

Il match si giocherà questa sera, Sabato alle 20.45 presso il Centro Polivalente di Sarzana, arbitrano il Sig Da Prato (LU) e il Sig Brambilla (LO) ausiliario Sig. Righetti (SP).

Più informazioni su