laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Scajola e Giampedrone, accordo siglato oggi costituisce punto partenza per sviluppo infrastrutture Liguria e Nord Ovest

Più informazioni su

Stati Generali Logistica

NOVARA – “Lo sviluppo di cui parliamo oggi deve essere sostenibile e soprattutto va inserito in un percorso da costruire insieme che riguarda la logistica e la portualità. Ovviamente noi come Liguria mettiamo a disposizione il mare, il Piemonte mette a disposizione le sue risorse e soprattutto la Lombardia ci garantisce l’apertura verso il nord Europa. L’accordo raggiunto oggi anche con il Governo costituisce il punto di partenza per lo sviluppo di tutto il nord ovest”. Lo hanno affermato gli assessori liguri all’Ambiente e Difesa del suolo Giacomo Giampedrone e all’Urbanistica Marco Scajola, che questa mattina hanno partecipato agli Stati Generali della Logistica a Novara. Al termine della riunione, i presidenti delle Regioni Liguria, Lombardia e Piemonte, rispettivamente Giovanni Toti, Roberto Maroni e Sergio Chiamparino, hanno siglato insieme al ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, un protocollo d'intesa "per l'attuazione delle iniziative strategiche per lo sviluppo della logistica nel Nord-Ovest dell'Italia".

“Da qui – ha aggiunto l’assessore Giampedrone – bisogna partire per fare in modo che questo protocollo d’intesa, che oggi è sulla carta, possa diventare realtà nel breve periodo. Si tratta di infrastrutture che richiedono investimenti molto importanti e quelle già avviate vanno concluse al più presto. Sul Terzo Valico in particolare, ieri è intervenuto qui a Novara il commissario Iolanda Romano e io stesso, questa mattina, ho incontrato i vertici di Cociv: credo che, dopo alcune impasse rispetto alle caratteristiche ambientali del cantiere, oggi abbiamo avviato un percorso che potrà farci arrivare in fondo al progetto. Prima che il Terzo Valico venga ultimato, bisogna però pensare a tutti gli step intermedi perché non possiamo permetterci di perdere altro tempo prezioso. E’ quindi necessario lavorare per l’efficientamento delle infrastrutture esistenti. Su questo stiamo lavorando con l’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile perché è importante traguardare tappe intermedie che ci consentano di non perdere quell’attrattiva imprenditoriale che altrimenti rischieremmo di lasciare sul campo a fronte, invece, di una portualità che cresce in modo esponenziale”.

L’assessore Scajola ha poi sottolineato l’impegno forte e costante di tutta l’amministrazione Toti per “rilanciare la Liguria superando uno dei principali problemi costituito dalla carenza di infrastrutture che garantiscano collegamenti efficienti. Stiamo lavorando per fare in modo che vengano portate a compimento tutte quelle opere strategiche che per troppi anni sono rimaste in sospeso, a causa dell’incertezza politico-amministrativa. Questo lavoro viene portato avanti da Regione Liguria insieme alle Regioni Piemonte e Lombardia perché – ha concluso – la Liguria deve costituire sempre di più lo sbocco a mare del nord ovest che rappresenta un traino fondamentale per lo sviluppo dell’intero Paese”.

Più informazioni su