laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Hockey Sarzana ad un passo dalla salvezza grazie alla bellissima vittoria contro il Thiene

Più informazioni su

Le mura del Vecchio Mercato, lo scorso sabato, hanno ospitato una serata che rimarrà a lungo impressa nella mente dei tanti sarzanesi appassionati di hockey. Le emozioni si sono susseguite durante tutto l’evento, a partire dal pre-partita quando tutto il Centro Polivalente si è fermato in un minuto di raccolta per commemorare Giuliano Poccetti (grande personalità dell’hockey italiano), fino al suono della sirena finale accolto con un boato liberatorio dai tifosi rossoneri. Questo è stato l’ultimo appuntamento casalingo della stagione per i ragazzi allenati da mister Cupisti ed è stato archiviato brillantemente ma il campionato non è ancora finito e per la salvezza occorre aspettare settimana prossima, quando l’Hockey Sarzana affronterà a Cremona i padroni di casa per conquistare la propria permanenza nella massima serie.

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – A.S.D. HOCKEY THIENE 8 – 5 (3 – 3)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: F.Dolce (2), O.Raed Oyola (3), E.Di Donato, J.Amat, L.Sterpini (1), A.Rossi, M.Pistelli, F.Rossi (2), Ale.Perroni, S.Corona. Allenatore: A.Cupisti.

A.S.D. HOCKEY THIENE: M.Scuccato, A.Brendolin (1), D.Piroli (2), A.Marangoni, G.Casarotto (2), M.Dalle Carbonare, E.Sperotto, S.Vanzo, A.Dalla Vecchia, N.Comin. Allenatore: G.Casarotto.

Arbitri: Da Prato A. – Brambilla S.

Quello di sabato 9 aprile fra Hockey Sarzana e Thiene è stato uno di quei match che non si dimenticano facilmente. Le squadre sono scese in pista consce del fatto che in quel momento si stavano giocando ben più della singola partita: era in palio l’intera stagione. Quella che ne è scaturita è stata una partita elettrizzante e veramente emozionante, capace di donare quei brividi che solo il grande hockey sa dare. Le emozioni sono cominciate prima del fischio di inizio, quando direttori di gara, giocatori e l’intero pubblico del Vecchio Mercato si sono raccolti in un minuto di silenzio per commemorare  Giuliano Poccetti (autentica pietra miliare dell’hockey su pista italiano). Al termine della commemorazione l’applauso parte spontaneo e la partita ha inizio. La posta in gioco, come già detto, è altissima e le due squadre lo sanno: per il primo quarto d’ora di gara le due formazioni si studiano, cercano di non concedere nulla agli avversari barricandosi in difesa e sfruttando al meglio il possesso palla ma la tensione in pista è palpabile tanto che, in un eccesso di agonismo, un difensore gialloblu colpisce involontariamente “El Taco” Raed sul volto costringendolo ad uscire temporaneamente dalla pista. Al suo posto entra Amat che, pochi minuti dopo, innesca un’azione che permette a  “Chicco Rossi di sbloccare il risultato segnando l’1 a 0 per la formazione di casa. L’Hockey Sarzana sembra aver trovato una breccia nelle difese della formazione vicentina perché, a partire dal sedicesimo minuto di gara, monopolizza la partita segnando altri due gol, uno a 16 minuti e 25 secondi e l’altro a 17 minuti e 33 secondi, entrambi “firmati” da Francesco Dolce. I ragazzi capitanati da Enrico Sperotto incassano il colpo ma non si danno per vinti e reagiscono con grande determinazione dando il via, nel giro di appena quattro minuti, alla rimonta: Brendolin, Piroli e Casarotto segnano rispettivamente a 19 minuti e 10 secondi, a 19 minuti e 48 secondi e l’ultimo ad un minuto e 48 secondi dalla fine del secondo tempo. Le squadre vanno negli spogliatoi sul parziale di 3 a 3, risultato che sta stretto ai padroni di casa i quali rientrano, dopo la pausa, portando in pista tutto il loro spirito battagliero. Raed, servito da Dolce, riporta i rossoneri in vantaggio nei primissimi minuti del secondo tempo e due minuti dopo (3.32), sempre Raed, allunga le distanze segnando il 5 a 3 con due gol spettacolari. Tuttavia è presto per cantare vittoria e il Thiene lo dimostra quando Piroli, a 18 minuti e 19 secondi, riduce nuovamente il vantaggio della formazione ligure portando il punteggio sul risultato di 5 a 4. Ma il Carispezia reagisce bene alla pressione e prende in mano le redini della partita mantenendole fino alla fine. Dopo svariate conclusioni verso la porta dei vicentini Dolce viene mandato a terra in area guadagnando così un rigore che Capitan Luca Sterpini trasforma nel 6 a 4. I rossoneri sono ancora affamati di gol e a 4 minuti e 50 dalla fine Rossi, servito da Dolce, segna il settimo gol. Un minuto dopo il Thiene guadagna un rigore che Casarotto insacca alle spalle di Simone Corona (fino a qui impeccabile) ma che non cambia gli equilibri della partita. A spegnere definitivamente l’entusiasmo dei gialloblu arriva a un minuto e venti secondi dalla fine il gol di Raed che, dopo un ottimo fraseggio con Di Donato, manda la pallina in rete alle spalle del portiere Comin segnando il definitivo 8 a 5.
Con il suono della sirena finale scatta la festa al Vecchio Mercato, il pubblico esulta, applaude i protagonisti di questa meravigliosa partita ma la certezza matematica di restare ancora nella massima serie non c’è. “Occorrerà aspettare ancora una settimana” precisa il Presidente dell’Hockey Sarzana Maurizio Corona “sabato prossimo a Cremona ci attendono 50 minuti di pura adrenalina. Contro i cremonesi ci batteremo per conquistare questa salvezza/scudetto, un riconoscimento che vorrei conquistare direttamente sulla pista senza dover aspettare notizie che arrivano da altri posti”.

Sabato 16 aprile, infatti, nella palestra comunale di Cremona i rossoneri affronteranno i lombardi del Cremona Hockey (al momento penultimi in classifica sotto al Sarzana con un distacco di 3 punti) con cui si giocheranno l’ultimo posto disponibile in serie A1.

Più informazioni su