laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Oto Melara | Paita e Michelucci: “Lo stato investa sul settore militare terrestre per salvare lo stabilimento spezzino”

Più informazioni su

LA SPEZIA – Sbloccare i 90 milioni di euro dell’ordine dei Veicoli Blindati Medi (VBM) dell’Esercito italiano che al momento sono stati “congelati”, approvare una “legge terrestre”, per un programma di investimenti nel settore militare di terra com’è stato fatto recentemente per la Marina e rimarcare la centralità del polo spezzino all’interno del panorama nazionale. Sono questi alcuni dei punti chiave dell’ordine del giorno presentato dai consiglieri regionali del Partito Democratico Raffaella Paita (capogruppo) e Juri Michelucci in merito alle prospettive produttive e occupazionali dell’Oto Melara. Questa mattina di due esponenti del Pd hanno incontro alla Spezia i sindacati dell’azienda, che hanno espresso grande preoccupazione per il futuro dello stabilimento.

“Il rischio – spiegano Paita e Michelucci – è che l’Oto Melara veda esaurirsi i carichi di lavoro nei prossimi mesi, con gravi ripercussioni dal punto di vista occupazionale. Siamo contrari alla fumose prospettive di diversificazione avanzate da qualcuno: per continuare a esistere e per mantenere i livelli occupazionali bisogna salvaguardare le peculiarità dell’Oto Melara. Per fare ciò però occorre che la Giunta regionale si faccia portavoce di queste istanze presso il Governo e il Parlamento”. Ma anche Finmeccanica, sottolineano Paita e Michelucci, deve fare la propria parte, “chiarendo le prospettive dello stabilimento spezzino scongiurando eventuali ipotesi di cessione ad aziende straniere ed evitando che i processi di riorganizzazione abbiano degli effetti negativi per il sistema dell’indotto”.

Più informazioni su