laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Aniello Ricciardi presidente della Pro Loco Montemarcello

Più informazioni su

LA SPEZIA – La Pro Loco Montemarcello, ha rinnovato il consiglio direttivo, che rimarrà  in carica per i prossimi tre anni.
Sono stati eletti i sette consiglieri del direttivo: Fabrizio Lombardi, Aniello Ricciardi, Greta Ricciardi, Laura Rigo, Clelia Lazzeroni, Pietro Domenichini e Antonella Palumbo e tre revisori dei conti, Alessandro Franci, Matteo Randazzo e Frango Leggiero.
Nella prima riunione del direttivo, sono state assegnate le cariche.
Presidente, votato all’unanimità, è stato eletto il Cav. Aniello Ricciardi, già luogotenente della Marina Militare, recentemente collocato in pensione.
Vice presidente sarà Laura Rigo, tesoriere Greta Ricciardi e Segretario Pietro Domenichini.
Il Neo eletto presidente ha ringraziato il consiglio per la fiducia accordategli, convinto che questa sia una buona squadra per continuare a portare avanti le attività svolte fin o ad ora con slancio e passione dal direttivo uscente. Per questo ringraziamo il presidente uscente Pietro Camilli.

“Il nostro impegno, derivante dalle intenzioni dei fondatori, in data 23.03.1992, in cui mi vedevano tra i promotori e fondatore di questa associazione, insieme a Fabrizio Lombardi, primo presidente , sarà quello di sentirci al servizio della nostra piccola comunità e dei numerosi turisti che annualmente non mancano di trascorrere il loro tempo libero o per rilassarsi nel nostro bellissimo Borgo, che ricordiamo risulta essere, a pieno titolo, nel club dei Borghi più belli d’Italia.
Cercherò fin da subito i giusti dialoghi con le altre associazioni che insistono ad Ameglia, con il Comune e con l’UNPLI, al fine di trovare una giusta collaborazione e le migliori strategie per una corretta gestione delle attività a favore dei nostri turisti e della popolazione del Borgo.
Mi piacerebbe coinvolgere di più i giovanissimi in nuovi progetti sportivi e sociali.
Spero in un ravvicinamento ed ad un supporto collaborativo e perché no, anche finanziario, di tutti gli abitanti del paese e delle attività commerciali, sicuri di trovare le giuste sinergie per poter offrire il meglio soprattutto nella promozione turistica e da quello che ne deriva”.

Più informazioni su