laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

ACAM e il nuovo impianto previsto nel sito di Saturnia

Più informazioni su

Acam Ambiente SpA – La Direzione

LA SPEZIA – In riferimento a recenti notizie di stampa, si desidera fare alcune precisazioni su alcune affermazioni distorcenti la realtà dei fatti.
In primo luogo non corrisponde al vero che il nuovo impianto previsto nel sito di Saturnia (Pitelli) sarà affidato alla Società D.R.I. Pagliari S.r.l., Società attuale proprietaria del sito in questione. La D.R.I. Pagliari S.r.l. non ha nessuna parte nella progettazione e gestione dei lavori di messa in sicurezza permanente del sito di Saturnia:
il progetto è stato predisposto da ACAM ambiente, che dirigerà i lavori per la realizzazione del nuovo impianto
e gestirà le attività di conduzione e recupero dell’area.

Con D.R.I. Pagliari S.r.l., legittima proprietaria dell’area di Saturnia, è stato unicamente sottoscritto un contratto per l’utilizzo dell’area, utilizzo peraltro condizionato all’approvazione del progetto da parte degli enti competenti: in questi termini, non c’è mai stata né la possibilità né l’opportunità di accedere a procedure di gara.

Infine, si ricorda che solo a seguito dell’approvazione da parte della Regione Liguria delle risultanze del piano di caratterizzazione del sito di Saturnia e della prescrizione della restituzione dell’area agli usi legittimi, Acam Ambiente ha predisposto il progetto di messa in sicurezza permanente e realizzazione di nuovo impianto con riqualificazione ambientale, attualmente in fase di approvazione della procedura di VIA (Valutazione Impatto Ambientale) e oggetto di specifica procedura di richiesta pubblica. Scopo finale dell’intervento è la bonifica dell’area di Saturnia tramite conferimento esclusivamente di FOS, terre da scavo e terre vergini, così come deliberato in più occasioni dal Consiglio Comunale del Comune della Spezia oltre alla messa in sicurezza dei rifiuti attualmente stoccati; la riqualificazione ambientale del sito sarà completata con la rimodellazione morfologica e il riassetto vegetativo.

Più informazioni su