laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Parole di Giustizia 2016 | La sicurezza tra paura e diritti

Più informazioni su

Venerdì 15 aprile al via l’ottava edizione della rassegna.

LA SPEZIA – Prende il via domani, venerdì 15 aprile, alla Spezia l’edizione 2016 di “Parole di Giustizia”: due giorni di incontri, letture, confronti sul tema “La sicurezza tra paura e diritti”.
Dopo aver analizzato, nelle prime edizioni, i "nuovi diritti" e i "diritti negati", i modelli di governo della società e di tutela (o mancata tutela) dei diritti fondamentali, l’intreccio tra bene comune e beni comuni, il funzionamento in concreto della democrazia e la que­stione morale, il futuro dell’Europa, la partecipazione dei cittadini alla vita del Paese e la rappresentanza, “Parole di giustizia” affronta, nella sua ottava edizione, il tema del senso di insicurezza dei cittadini e della so­cietà, in cui si intrecciano realtà e strumentalizzazioni, paure e diritti. Un tema di grandissima e urgente attualità che vedrà, come di consueto, confrontarsi alla Spezia, la città di Giuseppe Borrè, grande magistrato e giurista, a cui è intitolata l’Associazione che lo promuove, giuristi, studiosi, politici, personaggi pubblici di diversa estrazione culturale.

L’apertura ufficiale della rassegna si terrà venerdì 15 aprile alle 16 al Museo Civico “Amedeo Lia” con gli interventi del sindaco della Spezia i Massimo FedericiDiana Brusacà, in rappresentanza dell’Associazione Studi Giuridici Giuseppe Borrè, del presidente Carispezia Crédit Agricole Andrea Corradino, del presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati della Spezia Salvatore Lupinacci e di Filippo Paganini, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria.
 
A seguire, sempre al Museo Civico “Amedeo Lia”, il primo incontro Paura e ordine nella modernità con Roberto Cornelli. Introduce Elena Paciotti
 
Alle 17.15 al Centro Allende Renzo Guolo affronterà il tema Realtà e fantasmi del terrorismo internazionaleA introdurre Luca Monteverde.
 
La giornata di venerdì 15 aprile si chiude alle 18.30 al Museo Civico “Amedeo Lia” con libri al museo. A confrontarsi sul tema Aspettando i barbariAlessandro Leogrande (autore di La frontiera, Feltrinelli, 2015) eLivio Pepino (autore di Prove di paura. Barbari, marginali, ribelli, Edizioni Gruppo Abele, 2015). Introduce Anna De Feo.

Parole di Giustizia è promosso da Comune della Spezia, Associazione Studi Giuridici Giuseppe Borrè, con il patrocinio e il contributo della Regione Liguria e con il sostegno di Carispezia Crédit Agricole. La rassegna è realizzata in collaborazione con Fondazione Lelio e Lisli Basso, Fondazione Verardi e Questione giustizia e con il patrocinio di Associazione Nazionale Magistrati, Magistratura Democratica, Consiglio Ordine Avvocati della Spezia e Ordine dei Giornalisti della Liguria.

Facebook: Parole di Giustizia
Twitter:  @ParoleGiustizia
www.paroledigiustizia.it
 
I PARTECIPANTI
 
Diana Brusacà, presidente di sezione del Tribunale della Spezia, è componente del consiglio direttivo dell’Associazione studi giuridici Giuseppe Borrè.
 
Andrea Corradino, avvocato penalista, è presidente di Carispezia Crédit Agricole.
 
Massimo Federici, già presidente dell’Arci Liguria, dal 27 maggio 2007 sindaco della Spezia.
 
Filippo Paganini, giornalista, già caporedattore del Secolo XIX, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Liguria. Ha scritto, da ultimo, Gino Patroni un umorista a Spezia (Edizioni Cinque Terre, 2012).
 
Salvatore Lupinacci, avvocato, è presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati della Spezia.
 
Elena Paciotti, presidente della Fondazione Lelio e Lisli Basso – Issoco, è stata magistrato, presidente dell’Associazione nazionale magistrati e, successivamente, parlamentare europeo. Tra i suoi libri più recenti Sui Diritti umani e costituzionalismo globale, Carocci, 2011.
 
Roberto Cornelli, professore di criminologia nell’Università di Milano Bicocca, è stato, dal 2004 al 2014, sindaco del Comune di Cormano. Tra le sue pubblicazioni:Paura e ordine nella modernità, Giuffrè, 2008 e Oltre la paura. Cinque riflessioni su criminalità, società e politica (con A. Ceretti), Feltrinelli, 2013.
 
Renzo Guolo insegna sociologia delle religioni e sociologia dell’Islam nelle Università di Padova, Torino e Trieste. Editorialista del quotidiano La Repubblica è autore di numerosi saggi tra i quali, recentemente, L'ultima utopia. Gli jihadisti europei, Guerini e Associati, 2015.
 
Luca Monteverde, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale della Spezia, è componente del consiglio direttivo dell’Associazione studi giuridici Giuseppe Borrè.
 
Anna De Feo è avvocato alla Spezia.
 
Alessandro Leogrande, giornalista e scrittore, è vicedirettore del mensile Lo straniero e collabora con diverse testate nazionali. Tra i suoi molti libri: Il naufragio. Morte nel mediterraneo, Feltrinelli, 2011 e La frontiera, Feltrinelli, 2015.

Livio Pepino è presidente dell’Associazione studi giuridici Giuseppe Borrè e direttore editoriale delle Edizioni Gruppo Abele. Tra le sue pubblicazioni più recenti sui temi della marginalità e delle migrazioni Forti con i deboli, Rizzoli, 2012 e Prove di paura. Barbari, marginali, ribelli, Edizioni Gruppo Abele, 2015.

Più informazioni su