laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Spezia a Crotone: chi farà festa?

Più informazioni su

Gli Aquilotti vanno a far visita alla capolista, che ha già messo lo champagne in frigo per festeggiare la sua prima storia promozione. Lo Spezia è a caccia di punti pesanti in vista dei play-off e non andrà certo ad assistere alla parata rossoblù.

Dopo il successo in casa della vecchia capolista Cagliari, un altro duro impegno attendeva gli uomini di Mimmo Di Carlo: il Novara. La partenza bruciante con il palo di Sciaudone e il vantaggio in splendida rovesciata da parte di Calaiò avevano annichilito i piemontesi, che avrebbero potuto subire altri gol, prima con l’azione personale di Piccolo e poi con il mezzo pallonetto tentato da Catellani. I pericoli da parte del Novara sono arrivati solo ad inizio ripresa con la conclusione ravvicinata di Farago e l’azione personale di Gonzales, ben sventate da Chichizola. Ottima la prestazione dello Spezia, il cui possesso palla è stato più volte apprezzato dal pubblico.

Calaio risponde presente: Uscito malconcio per un problema alla schiena, il match-winner Emanuele Calaiò si è allenato e a Crotone ci sarà. Ci pensa però il Giudice Sportivo a dare problemi a Mimmo Di Carlo: Errasti e Migliore saranno squalificati, mentre Nené e Postigo saranno ancora out. Chichizola, tra i migliori portieri della serie cadetta, confermato tra i pali, a dare tranquillità ad una difesa a quattro composta da De Col, Terzi, Valentini e dal croato Tamas. Cambi forzati a centrocampo, dove Pulzetti, che lunedì ha suonato la carica, riprende posto accanto a Sciaudone e Acampora. Il bomber Calaiò sarà affiancato in attacco da Piccolo, mentre Catellani è insediato da un Okereke in costante crescita nel ruolo di esterno offensivo.

Crotone, il pericolo è Budimir: con i suoi 14 gol il centravanti croato Budimir è al terzo posto tra i bomber della Serie B. Squadra di assoluto valore quella del corteggiatissimo (dal Genoa) tecnico Juric, con Ricci e Palladino a completare l’attacco. Come il suo mentore Gasperini, il tecnico croato gioca con la difesa a 3, in cui prendono posto Clayton, Ferrari e Garcia Tena davanti al portiere Cordaz. A centrocampo Di Roberto, Martella, Salzano e Barberis. Da registrare le assenze di Yao, Modesto e il febbricitante Zampano.

La situazione: Il Crotone è ad un passo dalla Serie A, ma sta forse commettendo l’errore di rompere le righe troppo presto, in quanto si sentono già voci di un avvicendamento in panchina, con Juric verso Genova e il ritorno di Drago, e dei possibili acquisti da portare nella massima divisione. Il campionato dei calabresi e del Cagliari è stato superlativo, ma nelle ultime giornate ha approfittato di squadre in crisi, come il Pescara, e ha faticato con compagini inferiori come Ternana e Lanciano. Netta la sconfitta nell’incontro con il Brescia, squadra in forma quanto lo Spezia. Mimmo Di Carlo vuole mantenere la posizione play-off e, a parte lo scivolone con il Trapani, sono arrivate sei vittorie e 4 pareggi nelle altre 10 giornate. Un ruolino da play-off…

Il pronostico: Lo Spezia va in casa di una squadra di simile qualità, che però ha avuto il merito di essere costante sin dall’inizio del lungo campionato, mentre solo l’ingresso di Mimmo Di Carlo ha dato lo scossone agli Aquilotti. Il Crotone sembra poco concentrato dopo il successo di Terni, mentre lo Spezia è al massimo dei giri e potrebbe davvero rimandare la festa promozione della squadra calabrese. Il pronostico completo è disponibile su Scommesse.it.

Più informazioni su