laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Le grandi Associazioni Culturali siglano a Mulazzo un documento storico

Più informazioni su

MULAZZO – Si è tenuta a Mulazzo, presso la struttura del Museo ‘Casa di Dante in Lunigiana’, la convocazione degli Stati Generali della Cultura Lunigianese promossi dal Centro Lunigianese di Studi Danteschi (CLSD).
L’evento ha visto presenti i rappresentanti delle maggiori associazioni culturali del territorio: oltre al CLSD, rappresentato dal presidente Mirco Manuguerra, hanno partecipato: l'Accademia Lunigianese di Scienze 'G. Capellini' (La Spezia), rappresentata dal presidente prof. Giuseppe Benelli; l'Associazione 'Manfredo Giuliani' di Studi e Ricerche Lunigianesi (Villafranca), rappresentata dal fondatore e presidente, prof. Germano Cavalli; il Centro Aullese di Studi e Ricerche Lunigianesi (Aulla), rappresentato dal presidente prof. Giuliano Adorni; il Centro di Formazione e Cultura "Niccolò V" (Sarzana), rappresentato dal presidente prof. Egidio Banti; l'Associazione Culturale Apuamater (Massa), rappresentata dal presidente prof. Claudio Palandrani; l'Associazione Amici di San Caprasio (Aulla), rappresentata dal fondatore e vice-presidente prof. Riccardo Boggi; la Deputazione di Storia Patria per le Provincie Parmensi, rappresentata anch'essa dal prof. Giuseppe Benelli.


Per le Istituzioni erano presenti il Sindaco del Comune di Mulazzo, patrocinatore dell'evento, dott. Claudio Novoa; il dott. Matteo Marginesi, Consigliere del Comune di Bagnone, e la dott.ssa Almarella Binelli, segretaria del Club Unesco 'Carrara Marmi'. Tra il pubblico, folto e qualificato, vi erano membri delle suddette associazioni e liberi intellettuali.
Tutti gli esponenti intervenuti sono stati concordi circa la necessità e l'urgenza che il mondo culturale della Lunigiana Storica, finalmente rappresentato in ogni sua componente territoriale, prenda ad operare in sintonia sui grandi temi generali utilizzando in modo sinergico le risorse messe oggi a disposizione dalla tecnologia digitale. Fine dichiarato è quello donare alla regione una piattaforma culturale condivisa su cui possa legittimamente affermarsi anche una istanza di unificazione amministrativa come Lunezia.

In questa prospettiva, mentre il sindaco di Mulazzo, Claudio Novoa, annunciava la candidatura del borgo storico a Capitale Italiana della Cultura 2017, sono stati individuati alcuni ambiti di azione che, a partire dal breve periodo, vedranno attivarsi in comune collaborazione alcuni importanti “cantieri di lavoro”. Tre sono stati proposti dal CLSD e uno dall’Associazione Apuamater.

É stato innanzitutto delineato il progetto di una Enciclopedia della Lunigiana Storica (marchio registrato) nella quale raccogliere tutte le voci relative al territorio in ogni campo del Sapere, sia scientifico che umanistico. L'idea è nata dall’esperienza positiva portata a compimento dal poeta Giovanni Bilotti, che con l’aiuto di molti generosi collaboratori ha curato la terza edizione a stampa della Storia della Letteratura Lunigianese, in corso di pubblicazione. Si parla di un progetto generazionale, un’opera “aperta” nel senso che potrà essere continuamente ampliata e integrata ma che, a differenza di altre consimili già presenti sul WEB, vedrà ogni voce certificata del dovuto rigore scientifico da una Consiglio di Redazione di altissimo profilo: Presidente è il dantista spezzino Mirco Manuguerra, creatore del format; Presidenti Onorari sono stati nominati Germano Cavalli e Giovanni Bilotti; Direttore dell’Enciclopedia è il prof. Giuseppe Benelli; hanno assunto l’incarico di Membri del Consiglio di Redazione i seguenti Redattori: Giuliano Adorni, Egidio Banti, Riccardo Boggi, Serena Pagani, Claudio Palandrani. Il Consiglio provvederà alla nomina di eventuali nuovi Membri e di tutti i necessari Collaboratori.

Altra proposta largamente condivisa è stata quella di un Pantheon del Genio Lunigianese, dove i personaggi illustri della Lunigiana, che tanti contributi hanno offerto anche alla Storia e alla Cultura nazionale, possano essere degnamente ricordati e celebrati per i loro meriti indiscussi.

Una terza proposta operativa è la creazione di un circuito di “Strade della Cultura”, costituito da itinerari tematici in progetto o già realizzati – come le Strade di Dante (marchio registrato); le Strade del Vino; le Strade del Miele; i Luoghi e Vie della Fede, ecc… – atto a creare una rete sinergica tra comuni, operatori culturali e operatori turistici della regione. L'opera è suscettibile di essere sviluppata anche in virtuale tramite App. Una serie uniforme di pannelli didattici in situ potrà rimandare il visitatore, tramite codice QR, alle singole voci dell'Enciclopedia della Lunigiana Storica.

Infine, è stata salutata con grande favore l'idea di ‘Apua Mater’, una Collana Editoriale di Biografie di Lunigianesi Illustri vissuti e operanti tra la metà dell’Ottocento e la metà del Novecento. Prevista in volumetti di circa un centinaio di pagine ciascuno, la serie libraria costituirà il naturale implemento del Pantheon, dato che ne andrà verosimilmente a costituire buona parte del Book shop.

La collaborazione tra le Associazioni è stata sancita dalla sottoscrizione di un atto solenne: il documento, dal luogo dove è stato concepito e appovato, ha preso il nome di Carta di Mulazzo.
A tale Carta sono chiamate fin d'ora ad aderire tutte le altre associazioni ed enti lunigianesi che si riconoscono nei principi e nei progetti sopra esposti. Info: lunigianadantesca@libero.it

Più informazioni su