laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Inaugurazione del Centro Islamico di Via Mantegazza 11

Più informazioni su

LA SPEZIA – «Stiamo vivendo il momento più oscuro della nostra storia recente, in cui assistiamo a fenomeni di dimensioni internazionali che bisogna affrontare con saggezza e buonsenso, con occhi e pensieri nuovi, senza abbandonarsi al disinteresse, al sospetto e ai pregiudizi. Questo è il momento di sviluppare al massimo le capacità di dialogo inteso come accoglienza, confronto, capacità di costruire insieme il futuro della nostra città.
L’apertura di un Centro Culturale Islamico è un ulteriore, positivo segnale di cambiamento della nostra città e costituisce un’importante occasione che può contribuire alla convivenza e comprensione reciproche. Il Centro potrà diventare quindi un importante esempio di riferimento del dialogo fra le religioni ed accogliere attività aperte anche alla cittadinanza; un luogo dove sarà possibile incontrarsi e conoscersi.
Ancora oggi, purtroppo, le appartenenze religiose vengono usate per innalzare barriere ed armare conflitti. La scommessa della Consulta – qui alla Spezia – è di dimostrare che le religioni siano ed abbiano grandi strumenti di dialogo e di apertura per costruire un’umanità migliore.
Non vogliamo lasciare spazio a strumentalizzazioni e propaganda che, fatte a priori, contribuiscono solo ad alimentare contrapposizioni e discriminazioni.
È importante che, per quanto possibile e compatibilmente con le esigenze del bene comune, ogni comunità raccolta intorno ad una religione possa esprimere il proprio culto ed essere messa in grado – con la propria tipicità – di collaborare alla costruzione della città. In particolare, nella doverosa accoglienza di uomini e donne provenienti da altri paesi, la possibilità di esprimere la propria fede appare uno dei segni più adeguati a garantire il pieno sviluppo umano della città e a stimolare in essa ogni volontà di bene.
Noi – e tutte le nostre comunità – auguriamo di cuore alla comunità islamica di poter condurre in questo nuovo centro un lavoro sereno e fruttuoso.»

Più informazioni su