laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Top & Flop di Vicenza-Spezia – Errasti canta e porta la croce, Sciaudone corsa e giocate

Più informazioni su

Jon Errasti – Foto Patrizio Moretti

Il centrocampo spezzino assoluto protagonista del match del Menti: Errasti monumentale nel solito lavoro di copertura, con la ciliegina del gol che apre i giochi. Sciaudone recupera palloni e offre assist deliziosi.

Lo Spezia continua il suo trend positivo in trasferta ed espugna anche il “Menti” di Vicenza. Gli aquilotti con un secco 3-0 chiudono la pratica e si proiettano a quota 61 punti in classifica, al sesto posto in solitaria.

La prima frazione inizia con un sostanziale equilibrio tra veneti e liguri, ma al 9′ sono proprio gli ospiti a trovare la via del vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Situm fa partire un traversone, Valentini spizza di testa ed Errasti batte Benussi.
Il Vicenza prova la reazione, ma sono ancora gli aquilotti a portarsi in avanti con la conclusione al volo di Piccolo, a lato di poco.
I biancorossi non ci stanno e al 17′ ci provano con la girata di Brighenti, finita fuori di pochissimo.
I veneti restano in attacco e questa volta tentano di pareggiare i conti con Galano, ma il suo sinistro termina fuori dallo specchio.
La partita è molto vivace e al 26′ lo Spezia prova a raddoppiare con il destro da fuori di Situm, deviato in corner dall’estremo difensore vicentino.
Quattro minuti più tardi rispondono i padroni di casa, ma Raicevic colpisce male sul buon cross di Urso dalla trequarti.
Gli aquilotti non si fermano e al 36′ raddoppiano grazie al primo gol stagionale di Canadjija: Sciaudone inventa un perfetto filtrante al limite dell’area e il numero 27 aquilotto insacca in rete con un preciso sinistro.
La ripresa inizia con i padroni di casa più propositivi: in avvio il colpo di testa di Brighenti finisce fuori di pochissimo.
Al 58′ il perfetto cross di Sampirisi viene deviato in tuffo da Vita, ma la sfera termina a lato.
Sette minuti più tardi gli ospiti provano ad arrotondare il vantaggio, ma il colpo di testa di Calaiò finisce fuori di un niente.
Passa un quarto d’ora e lo Spezia segna la terza rete grazie al neo entrato Acampora: Calaiò appoggia per il numero 4 bianco e il suo mancino dalla trequarti si infila nell’angolino alla sinistra di Benussi.

Dopo questa partita, ecco i nostri TOP E FLOP.

TOP VICENZA: BRIGHENTI – Il numero 7 biancorosso è l’uomo più pericoloso dei suoi: sfiora il gol del pareggio nel primo tempo e, grazie ai numerosi inserimenti, dimostra di essere l’ultimo ad arrendersi. In una partita in cui il reparto offensivo dei veneti non è certamente nella miglior condizione, il difensore classe ’89 fa le veci dell’attaccante e si dimostra vero leader della sua squadra.

FLOP VICENZA: GALANO – L’esterno del Vicenza questa sera non convince: poco coinvolto nella manovra dai compagni di squadra, si lascia schiacciare dalla retroguardia aquilotta e si rende pericoloso in una sola occasione. Da un giocatore della sua esperienza e qualità ci si aspetta certamente di più, specialmente in momento cruciale della stagione in cui gli uomini di Lerda si giocano la permanenza in categoria.

TOP SPEZIA: ERRASTI – Ancora una prestazione da vero leader della mediana, per il centrocampista basco: questa volta però, la sua prestazione viene impreziosita anche dalla prima rete stagionale. Grande sostanza in mezzo al campo, tantissimi palloni intercettati e grinta da vendere, così il numero 15 bianco dimostra sempre di più di meritarsi il posto da titolare.

TOP SPEZIA: SCIAUDONE – Prezioso in fase di interdizione, ma anche in quella offensiva, il numero 7 aquilotto questa sera si guadagna un posto sul podio dei migliori di giornata. Il centrocampista segue i dettami di mister Di Carlo andando a pressare altissimo i giocatori avversari e recuperando molti interessanti palloni già sulla trequarti vicentina. Da applausi l’assist chirurgico per la prima rete stagionale di Canadjija.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su