laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Regata Memorial Sodini | Intervista a Domenico Mei

Più informazioni su

VIAREGGIO – L’Ing. Domenico Mei, presidente della Lega Navale sezione Viareggio, ci parla della regata “Memorial Francesco Sodini” che apre il calendario 2016 e si svolgerà nel weekend del 7-8 maggio, con partenza da Viareggio.
Con questa regata abbiamo inteso raccogliere i velisti dell’Alta Toscana ed aprire la stagione di vela 2016 della Lega Navale di Viareggio, riuscendo a combinare il calendario nazionale, in modo da offrire la possibilità di partecipare anche da altri circoli, come quelli di La Spezia, Marina di Carrara, Pisa e Livorno. In molti hanno aderito subito con entusiasmo dal momento che Sodini era conosciuto e molto apprezzato nell’ambiente per la sua signorilità e la sportività e attendiamo, solo da fuori, all’incirca una trentina di imbarcazioni, per un totale di circa quaranta barche partecipanti. La regata è aperta a tutte le imbarcazioni con certificato ORC e fa parte del Campionato CCVAT (Comitato Circoli Velici Alto Tirreno) ed è valida per la classifica come regata ORC nazionale.

Ing. Mei per cosa si caratterizza questa sfida?
Questa sarà una regata completa, differenziandosi in una parte costiera e una di altura. In particolare, per quella di sabato 7 maggio con partenza da Viareggio, boa di svincolo al Tino e arrivo a Viareggio (per un percorso di circa quaranta miglia), sono richiesti intuito e capacità di navigazione, mentre per la seconda parte, che si svolgerà nella giornata di domenica 8, con la tecnica a bastone (bolina-poppa bolina-poppa), nelle acque antistanti al Porto di Viareggio e che verrà ripetuta per almeno per tre volte, è richiesta una maggiore rapidità e precisione nelle manovre.

L’idea del Memorial Sodini è nata appunto per ricordare il campione di vela, scomparso lo scorso anno, che ha conosciuto di persona. Ci vuole parlare di questa figura che tanto a dato alla vela e a Viareggio?
Abbiamo voluto dedicare questa regata a Francesco Sodini che, tra i risultati notevoli raggiunti come velista, vanta quello di campione italiano assoluto di vele d’altura del 2012, sulla sua imbarcazione “Coconut”. Era un personaggio che amava avere equipaggi professionisti, grande sportivo e al tempo stesso diplomatico, in quanto rispettava molto le regole, gestendo con correttezza i regolamenti. Ricordo che durante le regate, anche in quei casi in cui non raggiungeva il risultato sperato, una volta a terra non mancava di  congratularsi con tutto il suo equipaggio. In molti lo ricordano come un marinaio gentile che, oltre ai blasoni, è rimasto sempre un vincitore per la sua costanza nel dare il suo contributo alla vela viareggina, anche nei momenti più bassi di quest’ultima, dimostrando sempre lo stesso spirito sportivo e veleggiando tra Punta Ala, Scarlino, la Sardegna e La Spezia. Per questo la regata ha avuto un immediato riscontro: erano davvero in tanti ad essere legati a questa figura di gentleman della vela.

Tra i prossimi eventi della Lega Navale, già in calendario da maggio a settembre, ci sono le attività con i ragazzi delle scuole superiori che organizzate gratuitamente. Come si svolgono queste giornate?
Ne faremo una il 14 maggio, dove la Capitaneria di Porto interverrà all’incontro con i ragazzi delle scuole per parlare dei problemi connessi alla sicurezza in mare. La giornata si divide in una prima parte teorica e un’altra pratica. I ragazzi riceveranno qualche indicazione, dalle nozioni di fisica alle spiegazioni di come viene costruita un’imbarcazione e poi si passa alla parte più stimolante dell’uscita in mare. Si svolgeranno due uscite nelle acque antistanti al Porto di Viareggio, con quattro o cinque ragazzi per imbarcazione, su un totale di 7/8 imbarcazioni per volta che usciranno con un istruttore della Lega Navale e un insegnante accompagnatore. Per molti di loro è una vera occasione per avere per la prima volta una visione differente della terra vista dal mare e nel caso specifico di questi ragazzi del Geometra (in precedenti occasioni hanno partecipato quelli del Nautico), si tratta di fornire un’istruzione architettonica e urbanistica e di far loro conoscere la storia del porto di Viareggio. Questa attività didattica si svolge con scuole delle superiori perché le barche d’altura grandi che abbiamo a disposizione, sono particolarmente adatte al periodo di età adolescenziale e può anche essere un preludio ad una futura attività diportistica, dal momento che noi poi li invitiamo alle manifestazioni sportive amatoriali (gratuite).

C’è la possibilità anche per gli adulti di partecipare ai vostri corsi?
Certamente, organizziamo corsi di vela gratuiti anche per adulti. In particolare invitiamo anche i parenti dei ragazzi che hanno già frequentato i nostri corsi per offrire un prima conoscenza del mondo della nautica.
Inoltre la Lega Navale sezione Viareggio, durante l’anno, svolge attività con diversamente abili, attraverso il volontariato ed attività con i ragazzi degli scout, ai quali vengono offerti corsi di conoscenza e cultura marinara. La parte sportiva comunque rimane centrale per noi, divenendo eccellenza e manifestandosi sia con regate locali che nazionali ORC, come la prossima del 7-8 maggio.

Più informazioni su