laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Consigli sulla stesura della valutazioni del rischio rumore e vibrazioni

Più informazioni su

Successo del seminario Confartigianato.

LA SPEZIA – A quasi trent’anni dalla pubblicazione delle Direttive europee che hanno richiesto una profonda modifica dell’atteggiamento delle imprese in materia di prevenzione infortuni, prima con l’entrata in vigore del Decreto 626 e poi del Decreto 81, l’attuale testo unico in materia di salute e sicurezza, Confartigianato si è interrogata in maniera diversa sul tema del rumore e delle vibrazioni meccaniche in ambito lavorativo.

All’incontro sono intervenuti Enrico Taponecco, Responsabile Ufficio Sicurezza di Confartigianato Imprese La Spezia, Gianluca Ricco, Tecnico della Prevenzione SC PSAL ASL 5 La Spezia. Superiore alle aspettative la partecipazione con oltre ottanta presenti tra professionisti, tecnici e consulenti e di imprese.

L’incontro ha proposto un approccio operativo e tecnico della normativa vigente, per ridiscutere gli obblighi di Legge da un altro punto di vista, traguardando una maggiore e reale comprensione del perchè e del come si debbano applicare le disposizioni di legge. Il rumore e le vibrazioni sono due agenti fisici ai quali il lavoratore può essere esposto durante la propria attività. In particolare, il rumore è un segnale non desiderato, di origine naturale o artificiale che può comportare una ipoacusia, cioè la diminuzione e/o una perdita della capacità uditiva del lavoratore.

Le vibrazioni sono invece oscillazioni meccaniche rispetto ad un punto di riferimento, determinate da onde di pressione che si trasmettono attraverso corpi solidi. Durante l’incontro sono state date indicazioni utili e consigli sulla stesura della valutazioni del rischio rumore e vibrazioni, a seguito dell’entrata in vigore del Decreto 81/08 Unico Testo sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Per ulteriori informazioni: tel. 0187.286632 e-mail: sicurart@confartigianato.laspezia.it

Più informazioni su