laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Premiazioni progetto Valori in rete “il gioco del rispetto”

Più informazioni su

LA SPEZIA – Nell’auditorium della scuola media Due Giugno si è svolta la premiazione relativa al progetto Valori in rete “il gioco del rispetto” un lavoro didattico per la stesura di un racconto condiviso frutto della fantasia e della collaborazione tra le varie classi della scuola primaria.

Il progetto promosso dal Miur in concerto con la Figc aveva il proposito di stimolare la creatività e la partecipazione di tutti gli alunni-classe, avvicinare i più piccoli alla scrittura,far conoscere le nuove tecnologie ed educare al rispetto degli altri.
Alta è stata l’adesione tra le quarte e quinte primarie della nostra provincia con oltre 20 istituti e ben 15 classi (prima in Liguria e quarta in Italia) che hanno completato i cinque capitoli del racconto fantastico da inserire in rete.

L’organizzazione logistica è stata curata dal delegato provinciale della Figc spezzina Settore giovanile  scolastico prof. Pier Giorgio Baudinelli alla presenza del delegato regionale Antonio Nappo e della segretaria Gabriella Ucovich.A questo proposito l’organizzazione ringrazia della collaborazione la dirigente scolastica dell’Isa 2 Antonella Minucci e l’insegnante Alessandra Bonamini.

Premi per tutti gli alunni partecipanti (gadget maglie e medaglie) e con riconoscimenti speciali per la scuola elementare Revere (classe 4A) 187 p., l’Isa 8 San Venerio (4D) 193 p. e la vincente l’Isa 5 Frank “Venturini” (5C) che con 264 p.si classifica tra le prime dieci sul territorio nazionale.

Al termine della premiazione la simpatica lettura da parte degli alunni della “Venturini” del loro racconto per la meritata soddisfazione delle maestre Mariella Tetti e Silvia Rossini e della dirigente Grazia Geranio.

Attestati e benemerenze anche per la quarta classificata Riccò del Golfo (4B) p.177, la quinta  Isa Due Giugno  (4A) 161 p. e la sesta la primaria  Manzoni con la classe 4A (152) p.

«Un vero successo per adesioni e qualità di elaborati – commenta il profe Baudi – con la certezza di aver trasmesso ai ragazzi partecipanti importanti valori quali il rispetto e la lealtà sportiva».

Più informazioni su