laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Successo della Festa della Repubblica stamane alla Passeggiata Morin: tutti i premiati foto

Più informazioni su

LA SPEZIA – Questa mattina si è svolta alla Passeggiata Morin, con la cornice di un bel sole e di pubblico, la tradizionale Festa della Repubblica, alla presenza delle maggiori autorità civili e militari. Il Prefetto della Spezia, Mauro Lubatti, ha consegnato le medaglie d’onore conferite dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili deportati ed internati nei lager nazisti durante il periodo che va dall’8 settembre 1943 fino alla liberazione nel 1945 e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti. Il prefetto ha consegnato la medaglia d’onore a Marcello Fontona, nato a Riccò del Golfo il 12 luglio 1924, militare, internato in Germania dal 9 settembre 1943 fino al 5 settembre 1945 e la medaglia d’onore alla memoria a: Mariano Aiosa, nato a Bompietro (Palermo) il 14 marzo 1921, militare, internato in Germania e deportato dal 9 settembre 1943 fino al 9 maggio 1945. Hanno ritirato il riconoscimento i figli Maria Antonietta e Rosario e il nipote Gianluca Bassi.

Il prefetto ha poi consegnato l’onorificenza dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana a Giovanni Lorenzo Forcieri, presidente dell’Autorità Portuale della Spezia. le targhe di riconoscenza sono state consegnate al Questore della Spezia Vittorino Grillo «per il diuturno impegno nella cura dei richiedenti asilo e protezione», al Comandante Marittimo Nord, Ammiraglio di Divisione Roberto camerini per la preziosa collaborazione nelle tante iniziative istituzionali sulle rive del Golfo dei Poeti», al presidente della Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, avvocato Matteo Melley per la promozione della cultura, lievito dell’aggregazione tra i popoli», all’Asl 5 per l’infaticabile assistenza sanitaria ai cittadini stranieri ospitati in provincia (ha ritirato la targa il dirigente medico del Distretto 18 dottor Maurizio Graziano; alla Cooperativa Mondo Aperto per l’opera di mediazione interculturale svolta a favore dei richiedenti asilo» (ha ritirato la targa la presidente Fiorentina Stefanishi); a Federigo Salvadori per avere saputo, mercè la sua arte, trasfigurare l’esterno della Prefettura in un’opera di pittura futurista.

L’occasione della ricorrenza del 70° anniversario del Referendum istituzionale e dell’elezione dell’Assemblea Costituente ha fornito lo spunto per diffondere tra i giovani la conoscenza dei valori e dei principi costituzionali su cui si fonda la democrazia e per far maturare in loro la consapevolezza che la Repubblica, le sue istituzioni e le articolazioni della società civile perseguono il bene dei singoli e della comunità. In questa prospettiva il prefetto Lubatti, unitamente al Comitato Unitario della Resistenza della Spezia e d’intesa con l’Ufficio Scolastico Provinciale, ha indetto un concorso per gli studenti degli istituti scolastici superiori sul tema L’ideale repubblicano da Mazzini al referendum istituzionale del 2 giugno 1946».

La commissione esaminatrice, presieduta dal Prefetto, ha giudicato vincitori del concorso, tra gli elaborati pervenuti, quelli svolti dagli studenti Leonardo Carlo Ferrari del Liceo classico Costa (primo classificato), Gioele Vigilante dell’Istituto Cappellini-Sauro (secondo classificato) e Gemma Giangarè del Liceo Classico Costa (terzo classificato). Ai tre studenti vincitori, accompagnati dai due docenti, sarà offerto un soggiorno a Roma con visita guidata al palazzo del Quirinale nei giorni 13 e 14 giugno 2016.

Più informazioni su