laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carabinieri in lutto: è morto a 48 anni il vice brigadiere Marco Petrongolo

Più informazioni su

LA SPEZIA – L’Arma dei Carabinieri è in lutto: si è spento a soli 48 anni il vice brigadiere Marco Petrongolo. Lo stimato sottufficiale è morto ieri mattina, sabato, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale sant’Andrea: inutilmente ha combattuto per due mesi contro un infarto letale mentre era in sella alla sua bici all’altezza di Fornola: era  il 4 aprile quando avvenne l’incidente autonomo: Marco Petrongolo venne soccorso da un passante che ha tentato di rianimarlo in attesa dell’arrivo del 118: il militare rimase in vita ma entrò subito in coma.

Fu poi trasferito al Don Gnocchi ma non si era mai più svegliato. Ieri, purtroppo, il decesso al reparto di rianimazione del sant’Andrea. Abruzzese di nascita, la sua morte prematura ha suscitato profondo cordoglio, non solo nell’Arma dei carabinieri.Tra i suoi interventi, il salvataggio nella primavera 2009 di una donna finita nel mare in tempesta a Manarola.

Per quel salvataggio Petrongolo ricevette un encomio solenne e una medaglia di bronzo al valore civile al pari degli altri due colleghi del nucleo radiomobile. Un anno fa catturò, con i colleghi, un malvivente che si era reso protagonista di una rapina ai danni di una pensionata alla quale strappò la collana dal collo. Petrongolo viene ricordato anche perché era fidanzato della sovrintendente della Polizia Stradale MariaTeresa Marcocci morta in servizio, a soli 42 anni, dal crollo di una pianta alla Ripa.

La tragedia si consumò nel 2010. La vittima lascia il figlio Dario, adolescente. I funerali del vicebrigadiere si svolgeranno domani, lunedì, alle ore 15, nella chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo a Mazzetta. La salma sarà tumulata ai Boschetti. Alla famiglia del sottufficiale così strappato prematuramente ai suoi cari, giungano le sentite condoglianze della redazione di Cronaca4.

Più informazioni su