laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“L’impatto dell’inquinamento atmosferico sull’ambiente e sulla salute nella provincia della Spezia” foto

Più informazioni su

LA SPEZIA – E’ lo stimolante tema che verrà affrontato venerdì 10 giugno nel corso della conferenza organizzata dall’associazione Crescere il Domani presieduta dall’ammiraglio Giuseppe Celeste. L’appuntamento è per le ore 16 nella sala della Repubblica di Sarzana adiacente alla sede della Pubblica Assistenza.

A chiamare a confronto medici, giuristi e sociologi è l’associazione “Crescere il Domani” presieduta dall’ammiraglio Giuseppe Celeste  nata per diffondere nella popolazione la cultura della prevenzione dei tumori,  per stimolare le istituzioni a favorire iniziative sanitarie che possano essere utili alla diagnosi e cura delle neoplasie, nonché per migliorare l’assistenza e il sostegno ai malati di cancro. Dopo aver promosso alcune Conferenze dedicate all’alimentazione e alla prevenzione e alla cura dei tumori della mammella e della prostata, l’associazione sposta il tiro sull’inquinamento ambientale che, come sostiene l’oncologo Franco Vaira che terrà una relazione al convegno: «provoca in Italia almeno il sette per cento delle morti  e ogni italiano perde mediamente, in conseguenza del danno ambientale, circa un anno di vita, media che nel Nord sale a circa 15 mesi ed una delle cause principali dell’inquinamento – dice Vaira – è la combustione, in particolare quella del carbone».

«L’incontro – aggiunge l’ammiraglio Celeste – si pone come obiettivo quello di rivolgersi ai cittadini, alle istituzioni e alle associazioni che si occupano di ambiente fornendo dati e notizie sull’attuale situazione nella nostra provincia».

Insomma si parlerà di cosa è stato fatto sino ad oggi e, soprattutto, di cosa è necessario fare in futuro.

A confrontarsi sul tema, in un dibattito moderato dal presidente provinciale dei medici, Salvatore Barbagallo, saranno molti degli addetti ai lavori dai quali potrà venire un prezioso contributo: al tavolo dei relatori ci saranno infatti Roberta  Baldi direttore della struttura di Epidemiologia dell’Asl 5, Fabrizia Colonna, direttrice dell’Arpal spezzino, la sociologa ambientale Daniela Patrucco, Gennaro Valerio medico epidemiologico dell’Irccs San Martino Ist e direttore del Registro Mesoteliomi della Regione Liguria, Franco Vaira responsabile dell’oncologia di Sarzana e il giurista ambientale Marco Grondacci. Al termine degli interventi è prevista una tavola rotonda con tutti i relatori ma già al termine di ogni relazione al pubblico saranno riservati dieci minuti per formulare osservazioni e porre domande.

Negli interventi verrà spiegato come si vigila sulla salute degli spezzini e come viene misurato l’inquinamento ambientale in provincia e saranno anche accesi i riflettori sulle fonti di inquinamento e sull’impatto socio-ambientale e sanitario mentre il dottor Franco Vaira affronterà il tema caldo dei processi di combustione e la salute umana con particolare riferimento alla presenza della centrale Enel.

Scarica il Programma completo

Più informazioni su