laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Parte venerdì 17 giugno fino a domenica 19 la manifestazione Liguria da bere

Più informazioni su

Organizzata dalla Camera di Commercio Riviere di Liguria.

LA SPEZIA – Da venerdì 17 giugno a domenica 19 partirà l’undicesima edizione di Liguria da bere, la manifestazione dedicata al vino che si snoderà lungo Corso Cavour. Quest’anno per la prima volta sarà organizzata dalla Camera di Commercio “Riviere di Liguria” che riunisce le Camere di La Spezia Savona Imperia. Negli stand di Corso Cavour verranno esposti i vini del Ponente e del Levante, con la prevalenza di questi ultimi che riguardano il 50% della produzione ligure con 11.000 ettolitri di vino. L’inaugurazione della manifestazione è prevista per venerdì 17 alle 18. Quest’anno non ci saranno degustazioni in ambiti diversi da Corso Cavour per evitare la dispersione dell’evento.

“L’anno scorso abbiamo staccato 18.000 biglietti e venduto 5.000 bicchieri di vino – afferma Alessandro Ravecca Presidente dell’Azienda speciale manifestazioni fieristiche – Per la prima volta ci saranno anche espositori del Ponente, in tutto cinquanta tra Levante e Ponente. Questa manifestazione tra l’altro contribuisce a preservare il territorio dal rischio frane grazie alla coltivazione dei vigneti. E’ inoltre una manifestazione che rende omaggio ai produttori e che presenta prodotti di eccellenza come il vermentino dei Colli di Luni. “.

Il neo segretario della Camera di Commercio “Riviere di Liguria” Stefano Senese sottolinea l’alto valore dell’evento, uno tra i pochi a livello spezzino ad essere promosso dalla Regione Liguria. “Siamo molto orgogliosi di questo – afferma – e della lettera che ci ha inviato il Presidente della Regione Liguria Toti. Confermiamo la tradizione del vino ma ciò che ci ruota intorno cambia. Cambia ad esempio il modo di costruire la manifestazione nell’ottica dell’integrazione.”

Grande soddisfazione anche dal direttore dell’Azienda fieristica Ilario Agata (tra l’altro sindaco di Levanto) per il sistema di eccellenze proposto anche dal punto di vista gastronomico con il pesto, la focaccia di Recco ed i mitili.

Un’edizione dunque che si appresta a fare il salto di qualità a livello regionale e che non lascerà certo….a bocca asciutta.

Simona Pardini

Più informazioni su