laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il Prefetto visita la Casa Circondariale della Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Martedì 7 giugno, il Prefetto Mauro Lubatti, si è recato in visita alla locale Casa Circondariale dove è stato accolto dal Direttore Maria Cristina Bigi e dal Comandante del Reparto della Polizia Penitenziaria Commissario Maria Luisa Tattoli che l’hanno accompagnato all’interno della struttura.

Lo stesso ha avuto modo di visitare le aree detentive, le pertinenze dell’Istituto, tra cui la ludoteca ed il settore delle lavorazioni artigianali sito nell’ inter cinta. Particolarmente toccante è stato l’accesso alla stanza per gli incontri con i minori, attrezzata con dotazioni e suppellettili a misura di bimbo ed una dovizia di giocattoli e poster colorati a mo’ di ludoteca.

I detenuti incontrati hanno rappresentato il vissuto di ognuno e le rispettive speranze, tutte riconducibili all’aspirazione di un ritorno ad una vita normale, nella legalità, ed il desiderio di un lavoro sia, nel periodo di privazione della libertà – anche per apprendimento – sia all’uscita dal carcere.

Al riguardo il Prefetto, ha evidenziato la finalità educativa della detenzione che deve costituire, sia un periodo di riflessione personale nel quale maturare un progetto esistenziale per il futuro, sia una occasione di arricchimento professionale e culturale utile per il proprio domani. In questo senso è encomiabile l’impegno dell’Assistente Sociale nel seguire ogni singola problematica.

Il Prefetto si è quindi intrattenuto in una pregnante riunione con il Direttore, con il Comandante e con una rappresentanza del personale della polizia penitenziaria, ove gli è stata riferito il progetto mirato ad un coinvolgimento lavorativo attraverso l’impiego di un’area pubblica dismessa, accanto allo stabilimento penitenziario.

Il Prefetto ha colto l’occasione per ringraziare il personale dell’Istituto per la professionalità e sensibilità dimostrata nello svolgimento dei delicati compiti, di cui molto spesso non si conoscono i sacrifici, l’abnegazione e le asperità incontrate nella delicata gestione del recupero e dell’integrazione di persone connotate anche da culture e mentalità diverse.

La visita del Prefetto è un segno di vicinanza tangibile delle Istituzioni alle problematiche del mondo carcerario e di tutti i soggetti che operano ogni giorno, con senso del dovere e responsabilità, al fine di garantire una convivenza serena all’interno dell’Istituto penitenziario della Spezia.

Più informazioni su