laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Agenzia In Liguria – Fidanza: Genova traino per il turismo

Più informazioni su

«L’Agenzia In Liguria; un motore per Genova, un punto di riferimento per il turismo accessibile». Così il commissario Carlo Fidanza, che oggi ha partecipato al convegno  sui vent’anni del turismo genovese e a all’inaugurazione del “Mobility Center to Visit Genova” a Porto Antico.

GENOVA – Giornata tutta genovese per Carlo Fidanza, commissario dell’Agenzia di promozione turistica “In Liguria”. Il numero uno dell’Ente strumentale della Regione Liguria ha partecipato alla tavola rotonda “Genova turistica compie vent’anni: cosa farà da grande?”, organizzata dalla Camera di Commercio di Genova in occasione della Giornata dell’Economia, e all’inaugurazione del “Mobility Center”, andata in scena al Porto Antico. Un doppio impegno non casuale: «Genova è un traino per il settore turistico e una risorsa per tutto il comparto – spiega Carlo Fidanza – e l’Agenzia “In Liguria”, che coordina la promozione e il marketing turistico per la Regione Liguria, è costantemente impegnata per lo sviluppo del settore che non può prescindere dalla centralità di Genova».

Proprio di sviluppo si è parlato nel corso della tavola rotonda convocata dal segretario generale della Camera di Commercio, Maurizio Caviglia, e basata sul rapporto sul turismo a Genova fra il 1995 e il 2015. Moderata dall’esperta di turismo, Roberta Milano, “Genova turistica compie vent’anni: cosa farà da grande?” ha visto anche gli interventi di Carla Sibilla, assessore a turismo e cultura del Comune di Genova e dei rappresentanti delle Associazioni di categoria del settore: Alberto Cappato per Confindustria, Mafalda Papa per Ascom-Confcommercio e Paolo Barbieri per Confesercenti. Carlo Fidanza ha prima di tutto ribadito l’impegno di Agenzia: «In questi vent’anni Genova è diventata una città turistica a tutti gli effetti e si è collocata tra le nuove destinazione da scoprire. È dunque fondamentale proseguire il cammino iniziato, consolidando un trend in crescita. La capacità dimostrata dai nostri imprenditori nel cogliere il cambiamento ha avuto un ruolo importante in questa crescita. Occorre investire sempre di più in comunicazione, promozione, ma anche in accoglienza. Ci sono spazi urbani fantastici che devono essere valorizzati e resi più fruibili, ci sono collegamenti da migliorare e infrastrutture da costruire. Non è possibile che dopo vent’anni siamo ancora a discutere sul terzo valico ferroviario e sulla gronda autostradale. Non è pensabile che dalla stazione centrale di Milano a Genova Principe un treno impieghi ancora quasi 2 ore, come vent’anni fa. Dobbiamo investire molto sullo scalo aeroportuale e la recente inaugurazione dei voli Klm per Amsterdam, con una partnership fortemente voluta dalla Regione, è un esempio pratico di quanto si può fare con la buona volontà e i progetti seri. L’amministrazione regionale guidata da Giovanni Toti sta cercando di superare questo gap storico con idee, progetti e decisioni. E noi dobbiamo essere consapevoli che anche offrendo ai turisti la possibilità di raggiungere la loro destinazione presto e bene si ottengono risultati. Queste a mio parere è una delle sfide del futuro».

Per quanto riguarda l’inaugurazione del  Mobility Center to Visit Genova, un progetto che mette a disposizione dei turisti ben 20 mobility scooter elettrici, ringraziando i promotori che hanno unito risorse e competenze, Fidanza ricorda che «Turismo e accessibilità sono da sempre al centro dell’attenzione della politica che persegue la Regione Liguria, con l’assessore Gianni Berrino. E l’Agenzia regionale di promozione turistica “In Liguria” considera la mobilità per tutti uno degli obiettivi da raggiungere e da promuovere. Voglio ricordare la recente pubblicazione della Guida Mare 2016, con la quale la Regione Liguria ha messo a disposizione di tutti le informazioni necessari per una vacanza in Riviera senza problemi. Nella guida si spiegano le location e la tipologia di servizi “disabled friendly” in ben 63 tra spiagge e stabilimenti. Sul nostro portale dedicheremo una sezione al turismo accessibile. Al di là delle fondamentali ragioni di giustizia sociale e di rispetto della persona, turismo accessibile è un business soprattutto in Europa dove l’invecchiamento della popolazione rende sempre più ampia la platea delle persone con ridotte capacità motorie.»

Più informazioni su