laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il M/Y MONOKINI 44m Fast Baglietto si aggiudica il prestigioso Compasso d’Oro ADI 2016

Più informazioni su

MILANO – Il M/Y MONOKINI 44m FAST Baglietto è stato insignito oggi del prestigioso Premio Compasso d’Oro ADI 2016. Giunto alla 24esima edizione, il premio costituisce uno dei più antichi e importanti riconoscimenti dedicati al design a livello internazionale.

Le selezioni ADI Design Index sono state condotte dall’Osservatorio Permanente del Design, costituito da una commissione di esperti, designer, critici, storici e giornalisti specializzati, che hanno poi passato il testimone ad un’autorevole giuria internazionale, composta da Cinzia Anguissola d’Altoè Scacchetti, Walter Maria De Silva, Toshiyuki Kita, Marc Sadler, Gabriella Bottini, Yossef Schvetz e Mugendi K. M’ Rithaa.

L’evento di premiazione si è svolto questo pomeriggio a Milano nella raffinata cornice di Palazzo Isimbardi, alla presenza del Presidente dell’Associazione per il Disegno Industriale Luciano Galimberti e di importanti autorità, tra cui il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il Presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero.

A ritirare il premio, Raffaella Daino, Head of Communication and Marketing dello storico cantiere spezzino dal 2012 parte del Gruppo Gavio, insieme ai designer Francesco Paszkowski e Alberto Mancini: “Ricevere il Compasso d’Oro ADI è per noi motivo di profondo orgoglio – sottolinea Raffaella Daino –Monokini ha aperto la strada al nuovo corso Baglietto e questo riconoscimento così prestigioso ci dimostra che abbiamo intrapreso la strada giusta. Questo deve rappresentare per noi lo stimolo a fare sempre meglio, puntando costantemente e con la massima dedizione al raggiungimento dei più alti standard qualitativi, mantenendo fermi i presupposti di artigianalità Made in Italy e di innovazione che ci contraddistinguono da sempre”.

Realizzato in alluminio, lungo 44m e della larghezza di 8,30m, il M/Y MONOKINI porta la firma di Francesco Paszkowski Designper le sue linee esterne filanti e slanciate. Gli interni sinuosi e morbidi sono stati ideati dal designer Alberto Mancini. Lo studio ingegneristico dell’architettura navale dello yacht – che può ospitare 10 passeggeri in 5 cabine, collocate sul ponte inferiore, oltre a 8 membri di equipaggio – porta invece la firma di Baglietto.

Più informazioni su