laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Apre a San Terenzo la sezione Primavera

Più informazioni su

SAN TERENZO – Un ponte tra asilo nido e scuola dell’infanzia, che rafforzi le competenze del bimbo e lo introduca alla socializzazione e condivisione.

Apre a San Terenzo la sezione Primavera, nata per accogliere bambini di età compresa tra i 24 e 36 mesi e accompagnarli alla scuola per l’infanzia nel modo più graduale possibile.

Tenere in mano una matita, realizzare i primi disegni a tema, lavorare carta crespa o pasta di sale: semplici e divertenti attività che, sotto forma di gioco, riescono a stimolare la psicomotricità del bimbo e lo introducono alla motricità fine, fornendogli le prime competenze visive e spaziali e aiutandolo a muovere i primi passi verso una maggiore coordinazione e consapevolezza del proprio corpo.

«La sezione costituisce il primo passo verso la socializzazione, che di solito avviene intorno ai 3 anni – spiega l’assessore comunale alla Pubblica istruzione Laura Toracca -. E’ un progetto che sta molto a cuore all’amministrazione e questa nuova apertura, a cui l’anno prossimo ne seguirà un’altra a Lerici, ne è una conferma. Si tratta di un importante attività educativa, grazie alla quale sarà inoltre possibile implementare in modo naturale il nostro Istituto Comprensivo».

La sezione, della durata di un anno, prenderà il via a settembre con l’inizio dell’anno scolastico e si concluderà il 30 giugno 2017, a fronte di una retta compresa tra i 30 e i 100 euro annuali, variabili a seconda del reddito familiare.

Spirito della sezione è fornire un servizio di continuità con la scuola dell’infanzia, condividendone spazi, progetti e percorsi e sostenendo allo stesso tempo le famiglie del territorio.

In quest’ottica è stato infatti dilatato il tempo di accoglienza dei bambini, che coprirà una fascia oraria compresa tra le 7.30 e le 17.

Sarà possibile procedere con le iscrizioni, con un tetto di massimo di 12 allievi, fino al 27 giugno.

«Il progetto – continua l’assessore Toracca – nasce per agevolare i nuclei familiari di cui fanno parte bimbi piccoli o più figli, offrendo un servizio che sia il più possibile elastico, anche in termini di orari, e poco costoso per le famiglie, senza però intaccare minimamente la ricchezza e la qualità del programma».

Più informazioni su