laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Guardia di Finanza della Spezia: bilancio dei primi cinque mesi del 2016

Più informazioni su

Contrasto alle frodi fiscali ed al sommerso, alle truffe ai fondi pubblici ed all’illegalità nella pubblica amministrazione, alla criminalità economico-finanziaria ed al traffici illeciti.

LA SPEZIA – Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza della Spezia festeggia il 242° anniversario della fondazione del Corpo.

Come negli ultimi anni, si è deciso di non ricorrere a celebrazioni ufficiali; ciò al fine di corrispondere ad esigenze di sobrietà strettamente connesse al ruolo istituzionale del Corpo fortemente impegnato nella lotta agli sprechi a tutela degli interessi dello Stato e della collettività.

Nel proseguire anche quest’anno, senza sosta, nella sua azione a tutela dell’economia legale e del corretto funzionamento del mercato – puntando costantemente al miglioramento dell’attività investigativa e della qualità complessiva degli interventi – la Guardia di Finanza della Spezia approfitta di questa particolare ricorrenza per rendere note le attività di servizio condotte nei vari settori di competenza, in relazione ai primi cinque mesi del 2016.

LOTTA ALLE FRODI FISCALI E ALL’ECONOMIA SOMMERSA

A contrasto dell’evasione e delle frodi fiscali sono state concluse 292 fra verifiche, controlli ed altri interventi a tutela degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali; a questi si aggiungono 22 indagini di polizia giudiziaria portate a termine dal Comando Provinciale della Spezia nel periodo gennaio – maggio 2016.

Come in passato, tutti questi servizi sono frutto di un’attenta e mirata selezione preventiva degli obiettivi, supportata dal ricorso alle oltre 40 banche dati e applicativi nella disponibilità del Corpo, dal controllo economico del territorio e da una riservata opera di intelligence.

Sono stati denunciati 20 soggetti responsabili di 27 reati fiscali, relativi ai gravi illeciti di dichiarazione fraudolenta, omessa dichiarazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Sono stati scoperti 94 soggetti che, pur avendo svolto attività produttive di reddito, sono risultati evasori totali, ovvero completamente sconosciuti al Fisco.

Il controllo economico del territorio si è concretizzato in oltre 2.000 controlli strumentali, eseguiti tanto in materia di corretto rilascio di scontrini e ricevute fiscali e del trasporto merci su strada, quanto nei settori del pagamento del “canone RAI” e della rilevazione degli indici di capacità contributiva.

L’azione di contrasto al lavoro sommerso ha permesso di individuare e verbalizzare complessivamente 25 datori di lavoro, responsabili dell’impiego di 39 lavoratori in “nero” e di 22 lavoratori irregolari.

Nell’ottica di un più efficace recupero delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di frodi fiscali, la Guardia di Finanza della Spezia ha avanzato agli Organi competenti, nei primi cinque mesi del 2016, proposte di sequestro di disponibilità patrimoniali e finanziarie, per un ammontare complessivo di quasi 500 mila euro, un immobile e due automezzi.

Nel campo delle imposte sulla produzione e sui consumi, sono 12 gli interventi eseguiti presso gli impianti di distribuzione stradale di carburanti, con 5 casi constatati di irregolarità.

CONTRASTO ALLE TRUFFE AI FONDI PUBBLICI E ALL’ILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Nell’ambito di 5 interventi eseguiti nel periodo, con lo specifico obiettivo di individuare sprechi o irregolare gestione di fondi pubblici, le Fiamme Gialle spezzine hanno accertato danni patrimoniali allo Stato quantificati in oltre 2 milioni 300 mila euro, segnalandoli alla magistratura contabile competente per il successivo recupero: 12 i soggetti verbalizzati per connesse ipotesi di responsabilità erariale.

Nel settore del contrasto alle frodi al Sistema Sanitario Nazionale sono stati effettuati nr. 11 interventi tutti sfociati nella constatazione di altrettante violazioni amministrative.

A seguito delle 3 deleghe d’indagine e dei 10 interventi conclusi per reati ed altri illeciti contro la Pubblica Amministrazione, sono stati denunciati 10 soggetti di cui 3 tratti in arresto.

Sono stati sottoposti a controllo appalti pubblici locali ammontanti a circa 2 milioni e mezzo di euro.

Effettuati 12 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione dai t i c k e t sanitari, con percentuali di irregolarità superiori al 30% dei casi.

CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ ECONOMICO – FINANZIARIA

In materia di riciclaggio sono stati eseguiti complessivamente 4 interventi e denunciati a piede libero due soggetti.

Unitamente alla D.I.A. di Genova è stato effettuato un intervento nel settore del contrasto

all’usura che ha portato al sequestro preventivo di beni per circa 6 milioni di euro nei confronti di un soggetto ritenuto responsabile dei reati di usura, tentata estorsione e trasferimento fraudolento di valori.

Il sequestro effettuato a Sarzana, è stato eseguito grazie allo sviluppo di pregresse indagini che avevano portato all’arresto, nel 2014, di un imprenditore spezzino ritenuto contiguo alla ‘ndrangheta.

LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE ED ALLA PIRATERIA AUDIOVISIVA E INFORMATICA

In questi primi cinque mesi dell’anno le Fiamme Gialle spezzine hanno concluso 6 deleghe d’indagine pervenute dall’Autorità Giudiziaria ed eseguito 28 interventi d’iniziativa, sfociati nella denuncia all’Autorità Giudiziaria di 269 persone e nella segnalazione amministrativa di nr. 4 soggetti.

Sequestrati circa 9.500 prodotti illegali in quanto contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza, per un valore stimabile di quasi 250.000 euro. Dei 269 soggetti denunciati, ben 240 sono legati all’operazione di servizio denominata

“Prima Visione” con la quale è stata smascherato un raffinato meccanismo di frode attuato in danno delle emittenti televisive Sky e Mediaset utilizzando apparati hardware e risorse software in grado di captare e veicolare il segnale criptato emesso dalle emittenti in violazione delle norme a tutela del diritto d’autore

CONTRASTO AL GIOCO ILLEGALE

Nel periodo in argomento sono stati effettuati 13 interventi presso sale giochi e centri di scommesse della provincia, riscontrando irregolarità nel 25% dei casi, più di 11 mila euro i tributi evasi.

LOTTA Al TRAFFICI DI DROGA E DI VALUTA FALSA

Nell’ambito dei 61 interventi condotti a contrasto dei traffici di droga, sono stati sequestrati

131 chilogrammi circa di sostanze stupefacenti, per la quasi totalità costituite da hashish e marijuana; 65 i soggetti controllati nello specifico settore operativo, di cui 18 denunciati a piede libero per i reati di spaccio e traffico di droga, 11 soggetti tratti in arresto e 1 mezzo sequestrato.

Nell’attività di contrasto al falso monetario sono state sequestrate 273 banconote di vario taglio, per un valore complessivo di oltre 12.000 euro.

TUTELA DEL PATRIMONIO ARTISTICO ED ARCHEOLOGICO

A seguito di un intervento effettuato nel Comune di Porto Venere sono stati sequestrati vari reperti di rilevante interesse archeologico, risalenti ad un’età compresa tra il I secolo a.C. ed il III secolo d.C., tra cui cornici, capitelli, colonne, urne cinerarie, un coperchio di sarcofago, frammenti di lastra fittile, frammenti di anfore, lavezzi e residui di tornitura di pietra ollare, la cui stima commerciale non è stato possibile effettuare per la particolarità dei pezzi, conservati all’interno di un’abitazione di proprietà di un cittadino tedesco il quale non ha saputo fornire alcuna prova della legittima provenienza degli stessi e, pertanto, denunciato all’A.G..

ATTIVITA’ DI POLIZIA AMBIENTALE

L’approccio trasversale che da sempre caratterizza l’operato della Guardia di Finanza ha portato le Fiamme Gialle della Spezia, nei primi cinque mesi del 2016, a conseguire risultati di servizio degni di nota nel settore della tutela ambientale: nello specifico, nel corso di due attività ricadenti in tale ambito operativo sono stati verbalizzati e denunciati a piede libero 3 soggetti per violazione della vigente legislazione in materia ambientale, e sequestrati 50.000 chilogrammi di rifiuti industriali, e nr. 7 unità immobiliari.

Degno di menzione è il sequestro effettuato dagli uomini della Tenenza di Sarzana i quali hanno eseguito il sequestro di un’intera area industriale sita tra i comuni di Sarzana e di Castelnuovo Magra, all’interno della quale sono state rinvenute circa 13 tonnellate di materiale tipo eternit.

ATTIVITA’ DI POLIZIA DOGANALE

Il Comando Provinciale della Spezia, attraverso presidi di vigilanza statica nonché mediante una vigilanza dinamica attuata con l’esecuzione di specifici controlli a finalità tanto repressive quanto preventive, adempie quotidianamente ai suoi compiti di polizia doganale.

Nei primi cinque mesi del 2016 i container ispezionati, sia analiticamente che attraverso un più speditivo controllo documentale, sono stati quasi 1.000. Tale l’attività ha portato alla denuncia all’A.G. di 5 persone e di 1 società; più di 9.500 i tributi evasi constatati.

Più informazioni su