laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Impiantisti Confartigianato a scuola di fibra ottica foto

Più informazioni su

Niente più scossa nei nuovi edifici digitali. 

LA SPEZIA – Confartigianato Imprese con il patrocinio del Collegio dei Periti e il Collegio dei Geometri ha organizzato un seminario rivolto a professionisti, tecnici e imprese del settore dell’impiantistica presso la sala Marino Banci Confartigianato alla Spezia dal titolo: Sistemi complessi e fibra ottica. Nel corso dell’incontro introdotto dal Presidente degli impiantisti elettrici di Confartigianato Manlio Faridone e dal responsabile sindacale Confartigianato, Nicola Carozza e condotto dall’Ing. Fabrizio Bernacchi, Formatore eCletticaLab si è parlato dell’evoluzione tecnologica nella realizzazione degli impianti di comunicazione elettronica negli edifici.

Ma che cos’è la fibra ottica?

“E’ un sistema di cablaggio – ha spiegato il Presidente Manlio Faridone – ad altissima velocità e capacità che sfrutta la luce. Può trasportare moltissime informazioni, anche di tipo diverso, ad alta velocità su un unico cavo. Rispetto ai cavi in rame, è come paragonare la velocità di una bicicletta a quella di un caccia militare”. Bisogna fare attenzione però, le offerte “fibra” degli operatori spesso non portano effettivamente la fibra in casa. Quasi sempre l’operatore di telefonia ed internet si riferiscono alla fibra portata nella centralina sulla strada, mentre in casa arriva solo il nuovo modem. “Confartigianato con seminari tecnici e corsi di formazione – ha ribadito il responsabile categorie dell’associazione Nicola Carozza – ha sempre puntato all’aggiornamento professionale nel settore per accompagnare le imprese verso le novità del mercato. Oggi si parla appunto di un nuovo e più efficiente modo di cablare i nuovi edifici”.

Il progressivo abbattimento dei costi della fibra ottica infatti ha reso necessario una formazione ad hoc per gli impiantisti ed un’evoluzione degli impianti negli appartamenti. In un condominio possiamo così avere un impianto telefonico, di televisione digitale terrestre, TVSAT, Wi-Fi condominiale, accesso ad Internet privato, videosorveglianza, videocitofonia, controllo riscaldamento, tutti integrati e tutti passanti sullo stesso cavo, abbattendo complessivamente il costo dell’impianto. L’ing. Bernacchi ha sottolineato le motivazioni di mercato, le spinte tecnologiche e l’evoluzione normativa che nei prossimi anni cambierà il settore (legge 164/2014, DPR380/2001, guida CEI 306-22).

La legge 164/2014 “edifici digitali” regolamenta la predisposizione alla larga banda, indicando anche gli spazi installativi minimi. Quindi per le nuove costruzioni è già un obbligo. L’interconnessione degli impianti – prima separati – porta nuovi benefici tecnologici: invio tramite internet, condivisione della videosorveglianza con le forze di polizia, connessione con telefonini e tablet, uso di internet per la TV. Siccome i costi della posa in opera si sono via via ridotti notevolmente, tra pochi anni in ogni casa avremo sempre più connessioni, automazione e domotica.

Molteplici i vantaggi per il cittadino: una maggiore velocità, che oggi significa poter fare più cose ed un aumento di valore dell’immobile. Innovativi anche gli aspetti della sicurezza dei nuovi impianti, con la fibra infatti non è possibile “prendere la scossa” o provocare incendi, perchè non si generano campi elettromagnetici.

Per ulteriori informazioni sui prossimi seminari è possibile telefonare Confartigianato Impianti 0187.286652.

Più informazioni su