laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Barbieri, l’avvocato romanziere

Più informazioni su

LA SPEZIA – Lo abbiamo conosciuto come avvocato cassazionista, responsabile dell’ufficio legale della Provincia. E’ stato, poi, il coraggioso sindaco di Calice al Cornoviglio che ha affrontato il dramma delle alluvioni. Per passione, ha cominciato a raccogliere immagini d’epoca sulla Val di Vara, ha pubblicato alcuni libri sulla storia degli antichi Liguri e si è fatto apprezzare per il rigore delle sue ricerche. Adesso, la svolta come romanziere. Piero Barbieri ha appena dato alle stampe “Le stele dei Liguri Sengauni” ed ha già vinto il premio “Città di Pontremoli 2016”.

Il diritto, lo studio delle origini, ma anche la scrittura sono la sua vita. E la parola “romanzo” non deve trarre in inganno. Nell’ultima fatica letteraria di Barbieri c’è fantasia, ma anche un’indagine storica accurata che conduce il lettore ad un risultato importante: non sono esistiti soltanto i Liguri Apuani, ma anche altre tribù come quella dei Sengauni, citati nella “Tavola Peutingeriana” (il cartogramma che contiene la raccolta di tutte le strade romane) ed interposti fra Veleiati e Friniati, dal golfo della Luna in bassa e media Val di Vara, quindi nell’intera valle della Magra. Il romanzo è ambientato nell’appennino ligure, nell’entroterra del golfo della Spezia.

Il protagonista, Carlo, trova un’urna cineraria rimasta sepolta per millenni. Il reperto reca scolpiti messaggi ermetici ed una profezia sul destino dei Liguri Sengauni. Dopo lunghe e avvincenti ricerche, Carlo riuscirà a tradurre le incisioni che riveleranno notizie straordinarie.

Il libro sarà presentato: il 2 luglio, alle ore 18,30, a Sarzana (associazione via Paci); il 4 agosto, alle ore 21, nella biblioteca di Follo; il 17 agosto a Pignone, in orario che deve ancora essere comunicato.

M.V.

Più informazioni su