laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Parcheggio interrato sotto l’oratorio di S. Maria, Frassini: «Forte preoccupazione di residenti e commercianti» foto

Più informazioni su

Sara Frassini, Capogruppo Per Sarzana.

SARZANA – Sono ormai tre giorni che i mezzi pesanti pieni di terra escono dal cantiere del parcheggio interrato sotto l’oratorio di S. Maria e da lunedì la preoccupazione di residenti e commercianti è molto forte. Mezzi troppo pesanti e ingombranti che stanno mettendo a rischio, come prevedibile, la delicata pavimentazione sotto la quale si trova l’antico sistema fognario.

“Niente di imprevedibile. Sono anni ormai che dico che l’utilizzo di certi mezzi avrebbe compromesso la fragile pavimentazione di via Mazzini e questa mattina sono arrivate puntuali le telefonate di chi quella pavimentazione la vede ogni giorno e che dice che sta cedendo. La preoccupazione è forte  tra residenti e commercianti e non conforta sapere che è stata fatta una fidejussione a garanzia di eventuali danni perché i danni alle attività e ai residenti per un eventuale disagio provocato da un cedimento e da un cantiere nel cantiere per la sistemazione della strada nessuno sarebbe pronto a riconoscerli.

Avevo già chiesto attraverso un’interrogazione urgente l’attivazione di un tavolo permanente ma ad oggi ancora nessuna risposta e tanto meno la sua attivazione. L’assessore Baudone ha rassicurato a mezzo stampa ma non basta, deve rispondere concretamente all’interrogazione. Se fosse stato aperti subito il tavolo commercianti e i residenti anziché rivolgersi a me avrebbero potuto rivolgersi ad un responsabile che con velocità sarebbe potuto intervenire con il dirigente e il comandante.
Invece ad un altra interrogazione urgente è affidata la mia richiesta di rivedere le prescrizioni per questo cantiere e riportare ai limiti ordinari il peso dei mezzi che attraversano il ciottolato. E i tempi si allungano. Costeranno più viaggi ma i mezzi devono assolutamente essere di dimensioni più contenute per evitare problemi più pesanti.

Bisogna intervenire subito prima che il tratto di strada appartenente alla via Francigena subisca ulteriori danni. Non ce lo possiamo permettere, soprattutto adesso che la stagione estiva è appena partita.

Questa mattina inoltre mi hanno segnalato che i mezzi continuano a non coprire il materiale di scavo con apposito telone, che ne ridurrebbe la dispersione. Ho mandato segnalazione al dirigente e al comandante”

Più informazioni su