laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Torna la rassegna “Notti al castello e dintorni”

Più informazioni su

100% Estate a Spezia. Cento eventi per cento giorni. Da domenica 3 luglio, incontri letterari, concerti, conversazioni sul mondo antico, teatro classico, mostre d’arte. Tutti gli appuntamenti di luglio.

LA SPEZIA – Anche quest’anno tornano gli appuntamenti estivi delle “Notti al castello e dintorni”, curati dalle Biblioteche Civiche e dal Museo del Castello di San Giorgio.

La programmazione che si svolgerà nei mesi di luglio e agosto presenta un formula rinnovata che comprende gli incontri letterari, i concerti musicali, le conversazioni sul mondo antico, il teatro classico, le proposte per bambini e le mostre d’arte. Nelle serate a ingresso libero, salvo dove indicato, sarà possibile anche visitare la collezione archeologica del Museo che comprende le statue stele della Lunigiana.

A tenere a battesimo la rassegna sarà domenica 3 luglio alle ore 20 l’inaugurazione della mostra personale di Serena Pruno “Lo stupore del drago”, a cura di Marzia Ratti. Nella serata sarà offerto un buffet e si potrà apprezzare il concerto di Annamaria Castelli e Adriàn Fioramonti. La mostra esporrà opere appositamente realizzate dall’artista ispirate al Castello di San Giorgio e ai suoi reperti archeologici. Serena Pruno si è aggiudicata numerosi primi premi in concorsi nazionali. Ha tenuto un centinaio di mostre fra personali e collettive in Italia e all’estero; si dedica oltre alla pittura, alla scultura, all’installazione e all’illustrazione del libro.

Si proseguirà sabato 9 luglio alle ore 21.00 con la rappresentazione teatrale del “Prometeo” a cura della Compagnia Teatro Iniziatico con la regia di Angelo Tonelli e Susanna Salvi. Libero adattamento da Eschilo nella traduzione di Angelo Tonelli. Questo è l’incipit della tragedia: dopo la rivolta di Zeus contro il padre Kronos, e la guerra che ne segue, Zeus si insedia al potere e annienta i suoi oppositori. Prometeo, per aver donato il fuoco agli uomini, subisce la sua collera e viene incatenato a una roccia ai confini della Terra.

Le conferenze storiche, molto apprezzate dal pubblico spezzino inizieranno martedì 12 luglio alle ore 21.00 con l’incontro a cura dell’Associazione Amici del Museo Navale e della Storia; dal titolo “U-Boot? In emersione dal passato” il cui relatore sarà Edoardo Pongiglione. Dal casuale ritrovamento del relitto di un sommergibile tedesco viene a dipanarsi la trama di una vicenda che, giorno dopo giorno, assume le connotazioni di un avvincente romanzo giallo. Quando ormai appaiono sfumare le possibilità di risoluzione del mistero, ecco che il classico ” coup de theatre” viene all’improvviso a diradare la fitta nebbia che avvolge un avvincente episodio di storia contemporanea

La seconda conferenza verrà proposta sabato 16 luglio alle ore 21.00 e riguarderà il magico mondo degli Egizi. L’Egittologo Giacomo Cavillier, Direttore del centro J. F., tratterà di “Ramesse e gli Shardana: antichi navigatori, guerrieri e messaggeri alla corte dei faraoni del Nuovo Regno”. La conversazione è dedicata al rapporto tra la Civiltà Egizia e gli Shardana, antichi navigatori guerrieri presenti nel Mediterraneo (noti come “Popoli del Mare”) assoldati dai faraoni del Nuovo Regno come guardia imperiale. Le vicende degli Shardana sembrano anche legarsi al mondo Biblico e a quello Mediterraneo nelle isole della Sardegna e della Corsica.

Come di consueto sarà presentato in Piazza Mentana il Premio di poesia Lerici Pea Edito 2016. Martedì 19 luglio alle ore 21.00 la giuria popolare sceglierà il vincitore fra i tre poeti finalisti Pasquale Di Palmo “Trittico del distacco”, Vivian Lamarque “Madre d’inverno” e Antonio Riccardi “Il profitto domestico”.

Le presentazioni di libri prenderanno il via mercoledì 20 alle ore 21.00 con il volume di Gabriele Ugolini ”Il libro” (Memoranda, 2015), con la partecipazione di Umberto Roffo. IL libro è un susseguirsi di avvenimenti dalla fine dell’ultima guerra ad oggi. Ambientato inizialmente in un’isola del Pacifico poi in america a San Diego dalle parti di Los Angeles, vede come protagonista Linus Carlyle che insieme a un gruppo di intellettuali affronta i più svariati temi dell’umanità.

Giovedì 21 luglio alle ore 21.00 si svolgerà in collaborazione con l’Associazione Percorsi la conferenza di Enrico Facco, autore di “Esperienze di premorte – Scienza e coscienza al confine tra fisica e metafisica” (Altravista, 2010). Le esperienze di premorte, meglio note in termini scientifici come Near Death Experience, stanno conoscendo un interesse crescente; infatti secondo recenti studi sono state misurate e si è verificato che non sono eventi così labili e sporadici come si potrebbe immaginare. Lo racconta il professor Enrico Facco, docente di Anestesiologia e Rianimazione presso l’Università di Padova e specialista in Neurologia e terapia del dolore.

Le conferenze proseguiranno venerdì 22 luglio alle ore 21.00 in collaborazione con il museo Etnografico G. Podenzana con la conversazione del prof. Sergio Alfredo Sciglitano dal titolo “Una considerazione storica riguardo l’infusione del mate: il caso delle missioni gesuite-guaranì”. L’erba mate è oggi consumata in Paraguay, Uruguay, Argentina e nel Brasile meridionale. Bere erba mate, matear in spagnolo, è una vera e propria abitudine sociale. Quest’usanza fu introdotta dal popolo amazzonico dei guaranì che la bevevano da un contenitore di zucca succhiandola con una piccola canna. L’erba divenne poi il ‘tè dei gesuiti’ che la sfruttarono come tramite per avvicinarsi ai popoli conquistati ed evangelizzarli. Durante la serata sarà possibile degustare questa bevanda tradizionale.

Come sempre si organizzerà la molto amata “Notte dei bambini”, in cui i piccoli dormiranno in sacco a pelo all’interno del Museo del Castello: Sabato 23 luglio dalle ore 21.00: Piccoli Brividi. Racconti, laboratori e giochi ispirati alla paura nel mondo antico. A cura della Coop Zoe. I bambini saranno i protagonisti di laboratori creativi per realizzare esseri mostruosi o mitici del mondo antico, ascolteranno racconti in un atmosfera magica e parteciperanno a danze sciamaniche. Costo € 15,00, colazione compresa. Necessaria prenotazione.

Le presentazioni di libri torneranno Sabato 30 luglio alle ore 21.00 con il volume di Pier Gino Scardigli, Dal Corpus Domini al corpus homini (s) (Ed. del Tridente, 2015) . Cento epigrammatici calembours sul neoginnico tema “L’odierno Male è d’adipe l’accumulo in sede addominale”. “L’autore riesce con poche righe in rima a dissacrare il passare del tempo offrendo al lettore una cascata di gocce di velenosa ironia che non fa prigionieri.” (Dario Vergassola). Pier Gino Scardigli è nato e vive alla Spezia ove esercita la professione d’avvocato.

Eccezionale appuntamento Domenica 31 luglio alle ore 21.00 con il concerto Piper’s night, racconti di cornamuse. Itinerario attraverso la musica irlandese, scozzese, francese e del nord Italia con Fabio Rinaudo (Uilleann Pipes, Musette bourbonnaise); Claudio De Angeli (chitarra); Fabio Biale (violino, bodhran). Il concerto presentato propone un itinerario attraverso il repertorio legato a questo strumento, prestando una particolare attenzione alla tradizione irlandese, scozzese , francese e nord italiana. Fabio Rinaudo è il fondatore del gruppo di musica irlandese Birkin Tree, la band italiana di musica irlandese più famosa in Europa, nella quale suonano i musicisti presenti nello spettacolo. Il concerto è inserito nel 22° Festival Provinciale “I Luoghi della Musica”, progetto realizzato con il contributo di Fondazione Carispezia – Bando Cultura in Rete 2016.

Più informazioni su