laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

VI Edizione Premio Lunezia da bere

Più informazioni su

CARRARA – Il premio Lunezia da bere ha chiuso venerdi i battenti della sesta edizione confermandosi un appuntamento ambito per la cittadinanza di Carrara. Numeroso il pubblico presente

Sono state premiate le eccellenze umane che con la loro arte o la loro professione hanno dato lustro a questo territorio.

Questi i premiati   

Vittorio Sgarbi

Fabio Vullo

Roberto Mussi

Gianni Tarantola

 Sauro Milanta

Gualtiero Vanelli

Fausto Giovanelli

Fabrizio Tavarini

 Fausta Belli

La giuria che viene ampliata ogni anno ha visto particolarmente attivi in questa edizione

Alessandra Ricci                               

Stefano Sturlese                         

Barbara Cucurnia                        

Stefano De Martino                   

Luigi Danesi                                 

Paolo Rigamonti                         

Marzia Cerolin                           

Luca Natale                                

Nadia Cavazzini                       

Salvatore Marchese              

Luca Maggiani

Franco Muzzio                           

Cerimonia che si è svolta nella bella location dei salotti di Carrara in piazza Alberica alla gentile presenza del vicesindaco Fambrini, segno che l’amministrazione riconosce il lavoro dei due ideatori e patron del premio Stefano Sturlese manager internazionale e Paolo Rigamonti noto chef.

La cerimonia è stata condotta da Fausta Belli che proprio in questa sede ha mosso i primi passi ed ha dimostrato un talento e una presenza fuori dal comune.

La sequenza dei premiati è stata interrotta da un intervento di Stefano Sturlese che ha presentato il nuovo partner di questa edizione, la famosa casa vinicola Montresor di Verona con l’importante presenza del presidente Bruna Montresor

Un colosso dentro e fuori l’italia , a dimostrazione di un connubio tra cultura e vino che può creare un marketing territoriale vincente.

Una sinergia che ha dimostrato tutta la sua serietà e professionalità creando in anteprima assoluta un’etichetta di marmo commemorativa per l’evento.

Un “piccolo “ premio di fronte a un gigante, assomiglia alla parabola di Davide e Golia, ma con un esito esclusivamente positivo.

A fine cerimonia i dovuti ringraziamenti a chi ha collaborato per questa edizione, Marzia Cerolin e le sue miss tra cui Federica Marchini neo eletta con un concorso online Miss lunezia da bere, Nicola Giannotti (nella foto) che con la macchina fotografica ha documentato tutta la serata, al padrone di casa Coppola e Alessio Giacomelli, all’avvocato Alfredo Bassioni che ha aperto la conferenza con un intervento culturale regalando in pochi minuti delle riflessioni importanti.

Nei saluti finali una piccola nota di polemica da parte di uno dei due ideatori del Lunezia da bere Paolo Rigamonti rivolta alle amministrazioni che hanno ospitato fino adesso questo premio mentre ricordava che ad oggi nessun aiuto concreto sia mai arrivato da parte del comune ospitante lasciando cosi tutto l’onore della manifestazione sulle spalle dei due patron.

Un piccolo rammarico visto l’aspetto collettivo di questa manifestazione, un incentivo per sbloccare uno stallo che è in assoluta controtendenza all’alto gradimento che ogni hanno ha il premio Lunezia da bere.

Più informazioni su