laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Godano in notturna”

Più informazioni su

Giovedì 14 luglio.

SESTA GODANO – Il Sito Archeologico del Castello di Godano, nel cuore verde della Val di Vara, inaugurato il 5 luglio 2015, rappresenta oggi un’attrattiva di interesse per chi visita la valle, attirando curiosi e amanti della storia, anche in virtù del ritrovamento della sua “zecca clandestina”, operante fino al XVI secolo.

La rocca di Godano, distrutta dalla popolazione perché simbolo di un potere feudale antico e opprimente, rappresenta un mito fondante per l’identità locale, oltre che un punto panoramico di eccellenza per scoprire il territorio e innamorarsi dei bei borghi della Val di Vara, adagiati sui dolce crinali. Dopo la distruzione il luogo fu abbandonato, per recuperare la sua funzione di controllo della vasta area circostante durante il periodo della barbarie del secondo conflitto mondiale. I tedeschi infatti, nel tentativo di ostacolare gli approvigionamenti alle brigate partigiane dislocate nei pressi del Gottero,posizionaro un punto di vedetta.

Ad un anno dalla restituzione alla cittadinanza il bilancio in termine di visite e di presenze registrate sul territorio è stato decisamente positivo. Sono state numerose infatti le occasioni per presentare il territorio della Val di Vara, i suoi personaggi (il frate Guglielmo da Godano – firmatario con Dante della Pace di Castelnuovo – e il pirata/corsaro Vincenzo Colombo) e la storia, e riscoprire tradizioni e cultura locale.

Quest’anno festeggeremo il “castello ritrovato” con l’evento GODANO IN NOTTURNA, fissato per il giorno 14 luglio 2016. Si tratta di una serata organizzata dall’Associazione Culturale Mater Cultura, con il Patrocinio del Comune di Sesta Godano, in collaborazione con le comunità del cibo Slow Food, IRAS di La Spezia e il Consorzio Il Cigno.

A partire dalle 19:00 sarà possibile effettuare una visita guidata al Castello e al sito archeologico della Rocca, in compagnia delle archeologhe di Mater Cultura. Alle 20:00 sarà il momento dell’apericena con i prodotti tipici del territorio, a cura dell’azienda agricola Nadia Filippetti. A seguire, alle ore 21:00, sarà il momento di spegnere le luci e osservare il cielo con IRAS di La Spezia, per la prima volta sul nostro territorio, che ha accolto con entusiasmo la proposta di mettere a disposizione la propria competenza per la valorizzazione di un bene archeologico attraverso l’osservazione astronomica.

Durante la serata sarà anche presentato il miele di acacia prodotto nell’area di Godano dall’azienda agricola Corte delle Regine.

La visita al castello è gratuita, per partecipare all’apericena alla rocca è necessario prenotare al numero 333 394 90 11, il costo è di dieci euro.

Più informazioni su