laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Frijia: «Spazzatura centro storico: molti cittadini sono rimasti senza bidoncini»

Più informazioni su

Maria Grazia Frijia, Fratelli d’Italia, presenta interrogazione: “Gravi disservizi a carico di tanti cittadini. Dire che lo avevamo detto che sarebbe stato un disastro non è consolante. L’Amministrazione comunale faccia qualcosa”

LA SPEZIA – “Né bidoncini, né bidoni, né centri di raccolta e tanti cittadini del Centro oggi non sanno come e dove buttare la propria spazzatura”. Così dichiara il Consigliere comunale di Fratelli d’Italia Maria Grazia Frijia che spiega: “ho ricevuto segnalazioni da parte di molti spezzini che abitano in zona Centro, principalmente Viale Amendola e Via Colombo, relativamente ad un disguido pesante sul servizio di raccolta differenziata. Pare che diverse persone non solo non possono conferire nei punti di raccolta ma non abbiano nemmeno, benchè siano andati al Corridoni, i contenitori dove poter conferire i propri rifiuti. Il tutto sommato al fatto che i bidoni classici sono stati tolti, sta creando una situazione di difficoltà per tanti cittadini che non sanno dove conferire i propri rifiuti”. Così dichiara il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Maria Grazia Frijia che ha raccolto i disagi di molti spezzini che stanno subendo pesanti difficoltà a causa di un servizio di raccolta rifiuti che evidenzia enormi criticità.

“Ho presentato un’interrogazione urgente – continua l’esponente di Fratelli d’Italia – non solo per mettere a conoscenza l’amministrazione di questo grave disservizio, ma anche per chiedere che nel Centro città, e mi riferisco a tutta la zona di Via Colombo, Via Gramsci e Viale Amendola, si possa estendere il servizio di conferimento nei punti di raccolta e non il porta a porta con la spazzatura ed i bidoncini in mezzo alla strada. Questo per prevenire una possibile situazione di degrado: stiamo parlando di zone già preda di topi e gabbiani. Questo sistema non solo aggraverebbe la situazione igienico sanitaria dell’area, ma, ad esempio, basterebbe un solo giorno di intoppo del servizio per fare del centro cittadino una discarica a cielo aperto, altro che città accogliente per i turisti”.

“Lo dico perché visto che in quell’area già viene utilizzato il sistema dei punti di raccolta non si capisce perché si sia scelto da una parte della strada di usare il sistema del porta a porta mentre dall’altro lato si utilizzi il metodo dei punti di raccolta collettivi. Purtroppo la sensazione vera è che Sindaco e Assessore comunali insieme agli Amministratori di Acam vivano un’altra realtà rispetto ai cittadini, e due sono le cose o mentono sapendo di mentire o non girano per La Spezia e tantomeno parlano con la gente”, conclude il consigliere comunale Maria Grazia Frijia.

Più informazioni su