laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Piazza Verdi. Guerri: “Riteniamo che sia giunto il momento di interpellare la Corte dei Conti”

Più informazioni su

LA SPEZIA – Si è svolta questa mattina a Palazzo Civico la conferenza stampa indetta dalla Lista Civica “Per la nostra città con Giulio Guerri” assieme al Comitato Piazza Verdi (rappresentato dal portavoce Massimo Baldino) e al Coordinamento Quartieri del Levante (rappresentato da Rita Casagrande) per annunciare i nuovi risvolti legali della vicenda di Piazza Verdi.

“Riteniamo che sia giunto il momento di interpellare la Corte dei Conti su Piazza Verdi” ha dichiarato il Consigliere Giulio Guerri “per sapere se, oltre allo sperpero di denaro pubblico, c’è anche un danno erariale”. “Abbiamo depositato ieri un esposto a Genova, con la possibilità di apportare, in seguito, alcune integrazioni”.

“Tutta la vicenda di Piazza Verdi” aggiunge Massimo Baldino “è stata portata avanti dall’Amministrazione in maniera molto approssimativa” citando la nota della Soprintendenza datata 25 maggio 2012, in

cui da Genova si invitava il Comune a effettuare la verifica archeologica o a segnalare qualsiasi ritrovamento di presunto interesse storico. “Il Comune nonh effettuato la verifica e così è stato

costretto a fermarsi a ogni ritrovamento, facendo rallentare i lavori”. “Inoltre” continua il portavoce del Comitato “esiste una perizia di variante da oltre 400.000 euro perché, durante i

lavori di scavo, sono emersi cunicoli che l’Amministrazione, a quanto pare, ignorava ci fossero”.

Tutto ciò ha portato a un aumento delle spese che, allo stato attuale, avrebbe apportato un incremento di almeno un milione di euro.

“Ricordiamo poi” ha detto Rita Casagrande “che Enel aveva stanziato 400.000 euro destinate ai quartieri limitrofi alla Centrale, ma questi soldi sono finiti nel buco di Piazza Verdi”.

Per tutti questi motivi si è deciso di procedere alla segnalazione alla Corte dei Conti, anche se l’opera non è ancora conclusa.

Più informazioni su