laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Turismo/Commercio. Rosson, Frijia e Mammi: «Il materiale informativo prodotto dal Comune penalizza i piccoli commercianti»

Più informazioni su

Fratelli d’Italia: “Ha preso il via la petizione/raccolta firme per chiedere il ritiro e la modifica del materiale informativo sbagliato che non cita il Centro Storico e i quartieri della città nella parte dedicata allo shopping”.

LA SPEZIA – E’ partita da qualche giorno la raccolta di firme che verrà allegata all’interrogazione del Consigliere comunale di Fratelli d’Italia Maria Grazia Frijia con la quale si chiede il ritiro e la modifica del materiale informativo che viene distribuito ai turisti e prodotto dal Comune con il quale vengono promossi nella parte dedicata allo shopping solo i centri commerciali, vedi Le Terrazze, Il Faro e Shopinn.

Lo fanno sapere il Coordinatore Provinciale di Fratelli d’Italia Alessandro Rosson, il Consigliere comunale Maria Grazia Frijia ed il responsabile del movimento giovanile di FdI Fulvio Mammi che spiegano: “Stiamo raccogliendo le firme principalmente dei commercianti, ma anche di tanti spezzini, molto arrabbiati rispetto all’ennesima penalizzazione da parte dell’Amministrazione comunale nei confronti del commercio cittadino. Tutto questo è chiaro va a vantaggio dei grandi centri commerciali che insistono sul nostro territorio provinciale; è evidente quindi, se ce ne fosse stato ancora bisogno vista già la mobilità cittadina modificata per fare in modo che tutte le strade portino alle Terrazze, la volontà di agevolare queste grandi strutture che stanno penalizzando fortemente il piccolo commercio cittadino, già duramente colpito dalla crisi economica che sta vivendo il nostro Paese”.

“Stiamo girando tutta la città, facendo porta a porta, commerciante per commerciante, vogliamo portare la voce di tanti cittadini all’interno del Palazzo comunale. Visto che gli amministratori comunali del centro sinistra appaiono sordi rispetto a questa situazione, vogliamo farci portatori di un grave malessere. Chiediamo quindi il ritiro del materiale sbagliato e la modifica con l’inserimento nella didascalia “Shopping” del centro città e di altri quartieri tipo Migliarina, il Canaletto ecc”, concludono così Rosson, Frijia e Mammi.

PETIZIONE POPOLARE ritiro materiale informativo turistico

Più informazioni su