laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“La rilevanza e gli impatti economici dell’attività crocieristica per il territorio della Spezia”

Più informazioni su

Alla Spezia 30,9 milioni di euro nel 2015 dal settore crociere. Forcieri: “Finalmente oggi si conoscono più precisamente gli effetti economici sul territorio prodotti dal settore crociere. Ora lavoriamo per fornire ancora maggiori certezze agli armatori con la realizzazione del molo e della stazione crocieristica”. 

LA SPEZIA – Il porto della Spezia da oltre 10 anni accoglie navi da crociera e dal 2013 è stabilmente presente nella geografia dei principali porti crocieristici italiani. La rilevanza e gli impatti economici generati a partire dalla presenza della crocieristica nel porto spezzino sono stati analizzati nello studio realizzato in questi mesi da Risposte Turismo su incarico dell’Autorità Portuale.

Questa mattina si è tenuta la presentazione alla stampa ed ai rappresentanti delle principali associazioni di categoria, oltre che a coloro che sono stati intervistati da Risposte Turismo, società di ricerca e consulenza nel settore turistico, dei principali risultati dello studio. Sono intervenuti Lorenzo Forcieri, presidente dell’Autorità Portuale della Spezia e Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo.

Con soddisfazione il presidente Forcieri ha evidenziato come, a partire dai 30,9 milioni di euro di ricadute dirette per il territorio spezzino generate nel 2015 grazie all’attività crocieristica alla Spezia, lo studio abbia elaborato stime riferite agli effetti indiretti ed indotti del comparto indicando in 96 i milioni di euro generati a livello nazionale sempre a partire dalla presenza delle navi da crociera.

“Finalmente oggi si conoscono più precisamente i positivi effetti sul territorio prodotti dal settore crociere – ha detto Forcieri -. I valori economici oggi presentati sono la base su cui rinnovare l’impegno che da diversi anni Autorità Portuale spezzina ed i vari operatori profondono nell’ampliamento e miglioramento continuo dei servizi offerti alle compagnie ed ai passeggeri. Ora lavoriamo per fornire ancora maggiori certezze agli armatori con la realizzazione del molo e della stazione crocieristica”.

Il contributo dato dall’attività crocieristica alla Spezia, oltre che per la regione Liguria, che ha rafforzato la sua leadership ed il suo ruolo nel panorama nazionale per movimentazione di passeggeri crocieristi, viene esteso a livello economico all’intero territorio nazionale. Un porto quello della Spezia conta su numerose opportunità di scoperta proposte ai passeggeri dentro e fuori i confini comunali.

Le stime riferite alla spesa dei 667mila crocieristi movimentati alla Spezia nel 2015 hanno superato i 41 milioni di euro a terra, 22,7 dei quali possono essere riferiti alle spese trattenute dal territorio spezzino. Si tratta di un valore medio di circa 34 euro per ogni crocierista (siano essi in sbarco/imbarco o transito). Oltre alla spesa diretta dei crocieristi a terra è stato stimato un contributo di quasi 1,96 milioni di euro quale ricaduta diretta delle spese sostenute dai membri degli equipaggi scesi a terra durante le soste delle navi.
Il valore di spesa delle compagnie di crociera, terzo elemento di spesa diretta considerato nello studio e spesso sottovalutato, si è stimato essere di poco superiore ai 6,25 milioni di euro.

Stima degli impatti economici nazionali generati dall’attività crocieristica spezzina, 2015

Spesa diretta dei crocieristi 22,73
Spesa diretta crew 1,96
Spesa diretta compagnie di crociera 6,25
Vettore di spesa iniziale (La Spezia) 30,94
Produzione diretta di primo livello ed indiretta (Italia) 56,71
Produzione indotta (Italia) 39,48
Produzione totale nazionale (diretta + indiretta + indotta) 96,18

Fonte: Risposte Turismo. Nota: valori in milioni di euro.

Francesco di Cesare, dopo aver illustrato i risultati ha concluso la presentazione dichiarando: “Gli oltre 40 interlocutori locali ascoltati in questi mesi hanno fatto emergere come, oltre ai risultati appena citati, il fermento attorno alla crocieristica si sia inserito nel tessuto economico locale e ne abbia favorito una rivitalizzazione dando nuovi impulsi alla destinazione che si aggiungono alle già rilevanti ricadute economiche oggi illustrate”.

A chiusura della conferenza è stato ricordato come l’Autorità Portuale, assieme a Discover La Spezia, sia partner della sesta edizione di Italian Cruise Day, la giornata della crocieristica italiana, in programma quest’anno proprio alla Spezia il prossimo 30 settembre.

Slides RisposteTurismoper studio crociere 8-6-16

Abstract studio Risposte Turismo 8-7-16

 

Più informazioni su