laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Precisazioni sui lavori in corso per il “campetto” dell’Oratorio di S. Maria

Più informazioni su

Nota del Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia di S. Maria Assunta di Sarzana.

SARZANA – «Le gravi accuse (offese?) che il sig. Piero Donati ha recentemente rivolto a mezzo stampa al Parroco della Cattedrale di Sarzana in merito ai lavori in atto nel “campetto” di S. Maria (il parroco viene rappresentato come un qualsiasi uomo d’affari che, anziché testimoniare il Vangelo, considera il centro storico come una mucca da mungere) ci inducono ad intervenire per riaffermare, ancora una volta, la verità dei fatti.

Ebbene, il Comune di Sarzana, nel suo PRG ancor oggi vigente, prevede la realizzazione di box nel sottosuolo del “campetto” antistante la canonica della Cattedrale di S.Maria.

Il Consiglio di Amministrazione per gli Affari Economici della Parrocchia (non il parroco), in considerazione delle condizioni di degrado in cui versa da tempo l’oratorio, sia nella sua parte esterna ( “il campetto”) che in quella interna ( i locali della canonica contigui al “campetto”), ha ritenuto di dar seguito alle previsioni urbanistiche della città con l‘unico obbiettivo di riconferire piena fruibilità, decoro e piena sicurezza a tutti quegli ambienti destinati ad accogliere i ragazzi della città. Conseguentemente, una volta ottenuta la prescritta autorizzazione da parte dell’organismo gerarchicamente sovraordinato (il Consiglio Diocesano per gli Affari Economici ), il Consiglio della Parrocchia ha redatto un progetto per la realizzazione dei box nel sottosuolo del “campetto”, un altro progetto per la sua ristrutturazione ed un altro progetto ancora per la risistemazione dei locali della canonica dedicati alle attività oratoriali. Ha, quindi, venduto ad un’impresa edile di Sarzana la proprietà (più correttamente, il diritto di superficie) del sottosuolo, unitamente al progetto relativo ai box, ricevendo come corrispettivo gli interventi di integrale ristrutturazione degli ambienti esterni e di manutenzione straordinaria dei locali dell’oratorio.

Ma non è tutto.

Il Consiglio di Amministrazione per gli Affari Economici della Parrocchia ha ritenuto di accogliere le pressanti richieste dell’Amministrazione Comunale di Sarzana accettando di collocare nel sottosuolo del “campetto” la vasca antincendi, di cui necessariamente deve essere dotato il Teatro Impavidi per poter riaprire. Ed ha, infine, accettato di accollarsi per intero gli oneri per la realizzazione di detto impianto consentendo così al Comune di Sarzana di risparmiare cospicue somme di denaro e di evitare alla città il disagio (infinitamente maggiore di quello attuale) derivante dalla collocazione della “vasca” in spazi pubblici antistanti il Teatro.

In buona sostanza, in totale ossequio alle previsioni urbanistiche che Sarzana a suo tempo si è data, accadrà che: 1) gli eventuali profitti derivanti dalla realizzazione e vendita dei box andranno unicamente all’impresa edile che ha acquistato il sottosuolo del “campetto”; 2) il Comune di Sarzana potrà ultimare il restauro del Teatro Impavidi riconsegnandolo finalmente alla città; 3) la Parrocchia potrà mettere a disposizione dei ragazzi della città spazi completamente rinnovati che non potranno non favorire ancor di più la loro crescita.

In considerazione di quanto sopra, le accuse (offese) rivolte al Parroco, oltre ad apparire del tutto infondate, risultano mal indirizzate e rivelano un rancoroso pregiudizio nei confronti del parroco che certamente non aiuta, ma anzi condiziona ed offusca, il già debole pensiero del sig. Piero Donati.»

Il Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia di S. Maria Assunta
Roberto Bottiglioni, Riccardo Butta, Emilio Doni, Roberto Marrani, Giancarlo Mauro, Giancarlo Pietra

Più informazioni su