laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Ramesse e gli Shardana

Più informazioni su

“Antichi navigatori, guerrieri e messaggeri alla corte dei faraoni del Nuovo Regno”.

LA SPEZIASabatao 16 Luglio 2016 ore 21.00, al Museo del Castello in Via XXVII Marzo, il Centro Studi Champollion, in collaborazione con il Museo del Castello di La Spezia, organizza la conferenza: RAMESSE E GLI SHARDANA: Antichi navigatori, guerrieri e messaggeri alla corte dei faraoni del Nuovo Regno“, condotta dall’Egittologo Giacomo Cavillier.

La conferenza a cura dell’Egittologo Giacomo Cavillier è dedicata al rapporto tra la Civiltà Egizia e gli Shardana, antichi navigatori guerrieri presenti nel Mediterraneo (noti come “Popoli del Mare”) assoldati dai faraoni del Nuovo Regno come guardia imperiale. Agli Shardana, in virtù del loro status privilegiato di combattenti erano assegnate terre, concesso di professare i loro culti e riservato un trattamento economico e sociale particolare. Le vicende degli Shardana sembrano anche legarsi al mondo Biblico e a quello Mediterraneo nelle isole della Sardegna e della Corsica ove il relatore è a capo di una missione archeologica tesa a svelare origini e aspetti di questa cultura attualmente ancora poco
conosciuta”..

Giacomo Cavillier: docente di Egittologia in varie università, è direttore del Centro Studi di Egittologia e Civiltà Copta “J.F.Champollion” e Presidente dell’Accademia Egizia di Genova, Dirige la missione archeologia italiana a Luxor e la missione italiana in Corsica; è autore di numerosi contributi di alto profilo scientifico e di volumi sull’Antico Egitto e Archeologia del Mediterraneo.

La conferenza è organizzata dal Centro Studi Champollion di Genova, istituzione di ricerca avente il fine della promozione, diffusione e valorizzazione della civiltà egizia, nubiana e copta, mediante un ampio programma di eventi culturali, cicli di conferenze e seminari, studi e ricerche di alto profilo scientifico. Il centro champollion è convenzionato con musei, università ed istituti di ricerca nazionali e stranieri.

Più informazioni su