laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Approvate le tariffe per il servizio idrico per il quadriennio 2016-2019

Più informazioni su

Investimenti per 36 milioni di euro. Per ACAM aumento del 5,47%.

LA SPEZIA – Oggi il Consiglio Provinciale ha approvato le tariffe per l’acqua per il quadriennio 2016/19. Il provvedimento prevede un aumento della tariffa di ACAM del 5,47% per il 2016. Negli anni successivi gli incrementi tariffari saranno di minore entità, e sono in linea con le deliberazioni che in queste settimane vengono adottate dagli Enti d’Ambito in tutta Italia.

Il calcolo della tariffa viene effettuato secondo la procedura definita dall’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e Sistema Idrico, l’AEGSI, e consente un ristretto margine di intervento agli Enti d’Ambito per calmierare le tariffe. La Provincia della Spezia ha intavolato con tutti i gestori (oltre ad Acam vi è IRETI a Bolano, Deiva Sviluppo a Deiva Marina, Varese Sviluppo a Varese Ligure, mentre Carro, Carrodano e Maissana sono in gestione autonoma) un metodo di condivisione e di verifica dei dati richiesti dall’AEGSI al fine di contenere l’impatto tariffario, così come ha realizzato incontri con la Associazioni dei Consumatori per informare in modo dettagliato sul quadro delle nuove tariffe.

A favore della Deliberazione hanno votato i consiglieri della maggioranza di centro sinistra. Il centro destra, con l’aggiunta della consigliera Drovandi, si è astenuto. La consigliera Frijia ha votato contro.

In mattinata il provvedimento era stato sottoposto all’esame dell’Assemblea dei Sindaci che hanno espresso parere favorevole. Per il sì si sono espressi 12 sindaci, 4 gli astenuti, 4 i contrari, con diverse motivazioni.

“Abbiamo operato, all’interno delle rigide linee guida dettate dall’AEGSI, per contenere al minimo l’aumento della tariffa, sia per Acam che per gli altri gestori. Il risultato è stato un quadro di aumenti che rimane al di sotto del 5,5%, con tariffe che sono in linea con quelle praticate a livello regionale e sotto la media nazionale. Ma è un risultato che non ci soddisfa. – ha dichiarato Massimo Federici, Presidente della Provincia – Avremmo voluto poter almeno congelare per il 2016 la tariffa 2015. Ma le regole stabilite da AEGSI non lo hanno consentito. D’altra parte sottrarci al dovere di approvare questa tariffa avrebbe comportato una surroga da parte dell’Autorità, senza poter apportare nemmeno quei correttivi che, in accordo con i gestori, hanno portato a ridurre la prima simulazione tariffaria di almeno un punto e mezzo. Insieme alle tariffe è stato approvato un Piano di Investimenti per 36 milioni di euro, che consentiranno di affrontare e risolvere problemi diffusi su tutto il territorio, soprattutto per la Riviera, nonché iniziare a risolvere i problemi del Levante del Golfo della Spezia.”

Più informazioni su