laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Aumento della tariffa dell’acqua: Fratelli d’Italia dice No

Più informazioni su

Alessandro Rosson, coordinatore provinciale dichiara: “Il nostro consigliere comunale e provinciale Maria Grazia Frijia su indicazione del coordinamento provinciale è stata l’unica a votare No ed ha fatto bene”.

LA SPEZIA – “Il nostro consigliere comunale e provinciale Maria Grazia Frijia ieri in Provincia ha votato contro in Consiglio provinciale, su indicazione del coordinamento provinciale, l’aumento della tariffa dell’acqua. E’ stata l’unico voto contrario ed ha fatto bene ”. Così la nota del Coordinatore provinciale della Spezia di Fdi Alessandro Rosson che continua: “ purtroppo sono anni che assistiamo ad un costante aumento della tariffa dell’acqua a carico dei cittadini. Il rincaro del quasi 5% previsto nel 2016, che tra l’altro i cittadini stanno già pagando, sommato all’aumento previsto per gli anni successivi è veramente pesante soprattutto se si va ad aggiungere al costante accrescimento di tutte le tariffe Acam”.

“Oggi purtroppo stiamo pagando e continueremo a pagare, anche per gli anni a venire, la mala gestione che ha caratterizzato gli anni passati della multiutility spezzina con costi che ricadono sempre sulle spalle dei nostri concittadini e che vorrebbero essere giustificati con “investimenti” che mai nessuno avrà modo di controllare e verificare. Inoltre non si capisce il ragionamento sulla diminuzione dei consumi: alla Spezia sta passando il concetto che se consumi di meno spendi di più. In più c’è tutto il ragionamento sui conguagli, super bollette sono state pagate da tante persone solo perché negli anni passati l’azienda non ha fatto il suo dovere di controllare i contatori che spesso e volentieri sono inaccessibili, conguagli che con il meccanismo del conteggio a fasce e relative more, fanno schizzare le bollette delle persone a cifre elevatissime.

Insomma alla Spezia ci si indebita per pagare l’acqua… meno male che doveva essere pubblica!!!”

“Nel frattempo i disservizi legati alla rete idrica fognaria ed alla depurazione sono molteplici e questo noi lo riteniamo inaccettabile”, conclude Rosson che aggiunge: “saremo sempre dalla parte dei cittadini e contro la politica “ del fare cassa sulle spalle della gente”. Le persone oramai non ce la fanno più, la politica tributaria pressante a livello locale e nazionale, e la situazione economica del nostro Paese di stagnazione dalla quale non si riesce ad uscire, stanno pesando sulle famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese”.

Più informazioni su