laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Coordinamento sindacale tassisti genovesi incontra assessore regionale ai trasporti Gianni Berrino

Più informazioni su

“Nuove risorse per fondo regionale rinnovo parco auto”.

GENOVA – “Soddisfazione per un incontro decisamente positivo visto l’incremento delle risorse del fondo regionale destinato al rinnovo e all’ammodernamento del parco auto” è stato espresso dal Coordinamento sindacale tassisti genovesi, ricevuto in Regione Liguria dall’assessore regionale ai trasporti Gianni Berrino per illustrare il nuovo bando per l’accesso ai fondi regionali dedicati alla categoria. Il fondo, che per il 2016 ammonta a 90 mila euro – incrementato di 10 mila euro rispetto allo scorso anno –  rivolto alla riqualificazione del trasporto pubblico di taxi, secondo quanto stabilito dalla legge regionale 25/2007.

Le domande per accedere al fondo potranno essere presentate dai tassisti liguri dall’1 al 29 settembre negli uffici competenti della Regione.  I fondi sono stati destinati per l’acquisto di auto con minore impatto sull’ambiente, installazione di sistemi di controllo e localizzazione del veicolo, attrezzature per trasporto disabili.
Destinatari del bando sono i titolari di licenza di taxi, anche riuniti in cooperative e consorzi. Scaduto il termine di presentazione, il dipartimento regionale dei Trasporti stilerà una graduatoria sulla base alle tipologie di intervento di cui è stata fatta richiesta.
I titolari di licenze di taxi possono presentare domanda per l’acquisto, anche in leasing, di una vettura (nuova o a km 0) e per l’acquisto di un’auto a combustibile non tradizionale (gpl, metano, elettriche, ibride, bioetanolo). Possono fare richiesta di contributi anche per l’acquisto e installazione di dispositivi per l’accesso ai portatori di handicap (cinghie di ancoraggio, scivoli e rampe, piattaforme di sollevamento ecc.) e per la dotazione di uno o più dispositivi speciali (allestimenti speciali, compresi divisori atti a garantire la sicurezza del conducente) e per la trasformazione del veicolo per l’alimentazione a combustibile non tradizionale.

Le cooperative e i consorzi di titolari di licenze di taxi possono fare richiesta di contributi per l’acquisto e l’installazione di apparecchiature collegate ai radiotelefoni di servizio, di sistemi di controllo, sicurezza e localizzazione del veicolo, di sistemi di pagamento integrati a quelli del trasporto pubblico locale. L’istruttoria per l’erogazione dei fondi si concluderà entro fine anno.

“La Regione ha dimostrato sensibilità verso la nostra categoria proseguendo sulla strada del rinnovo del parco auto sempre meno inquinanti e quindi con un minore impatto sull’ambiente anche nei centri urbani” ha concluso Attilio Dondero, segretario del coordinamento sindacale genovese taxi italiano.

Più informazioni su