laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Venerdì sciopero dei metalmeccanici

Più informazioni su

LA SPEZIA – Venerdì 22 luglio si terrà uno sciopero dei metalmeccanici con un corteo di protesta che partirà alle ore 9 da Piazza Brin per arrivare al palco della musica. Sarà organizzato dai sindacati FIM FIOM e UILM di CGIL CISL UIL per il rinnovo del contratto nazionale.

Infatti la proposta di Federmeccanica e Assistal sul salario non riconosce al 95% dei lavoratori alcun aumento rendendo così inutile il CCNL. Nadia Maggiani segretaria UIL, Matteo Bellegoni segretario CGIL, Paola Costamagna segretaria CISL, Graziano Leonardi della UILM, Mattia Tivegna della FIOM e Massimo Sensoni della FIM hanno spiegato le ragioni dello sciopero in una conferenza stampa.

“La situazione dell’industria metalmeccanica è drammatica – affermano – I dati ISTAT e della Camera di Commercio parlano di una diminuzione dell’occupazione pari al 10%. Si evidenzia un’assenza della politica sul piano industriale. Il quadro è drammatico non solo per il rischio del lavoro ma anche, per quanto riguarda OTO Melara, per il decentramento produttivo. Nel settore degli appalti, quasi sempre con gare al ribasso, va conservata la professionalità al di là di chi si aggiudica il contratto. Nel settore dell’indotto le ditte abbassano i prezzi delle gare del 20% con rischi per la sicurezza e la produttività. Sono impiegate 1500 persone nell’indotto, 958 nell’OTO Melara e 560 in Fincantieri. Devono essere tutelate anche le piccole ditte e non solo le grandi. Lo sciopero di venerdì, sulle problematiche a livello territoriale, sarà esteso a livello nazionale sul rinnovo del contratto”.

Simona Pardini

Più informazioni su