laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La “nuova” resistenza degli evasi

Più informazioni su

Venerdì 22 luglio la Compagnia degli Evasi in scena a Castè.

CASTE’ – C’è un altro modo di raccontare la Resistenza, quello di raccontarle tutte, non solo la “nostra” , ma anche quelle dei tanti popoli che nel corso della storia hanno dovuto r-esistere per poter esistere, racconta Marco Balma, regista del reading teatrale che la Compagnia degli Evasi porterà in scena ad ingresso libero venerdì 22 luglio alle ore 21,30 al Teatro Corte Paganini nel borgo di Castè, nel comune di Riccò del Golfo, nell’ambito della seconda serata della rassegna “CastèLive”: uno spettacolo sulle diverse forme di resistenza attuate dai popoli nel corso del tempo, con proiezioni di immagini di repertorio e musiche e canzoni dal vivo eseguite da Livio Bernardini alla fisarmonica ed Egildo Simeone alla chitarra. Una serata per celebrare e per ricordare, in modo nuovo ed inusuale, i vari tipi di resistenze che l’essere umano è costretto ad attuare da sempre per rendersi degno di “Esistere”.

Dedicato quindi ai nativi americani, agli ebrei, dai popoli dell’America Latina ai palestinesi, passando per le donne e i disabili e arrivando fino ai giorni nostri. Ci sarà anche la storia dei nostri partigiani e la Resistenza che portò alla Liberazione, che farà da trampolino alle altre storie, per ricordare che resistere vuol dire soffrire e a volte soccombere, ma la ricompensa, quando arriva è inestimabile, si chiama libertà.

Prima e dopo lo spettacolo sarà possibile assaggiare specialità gastronomiche del territorio preparate da Small Fry, come le fritture di pescato fresco e il vino della riviera ligure, oltre che alcuni piatti vegani. Già dal pomeriggio sarà possibile visitare varie mostre d’arte allestite nel borgo tra cui le personali di Maria Questa e Elena Lisa Colombo, la mostra di mobili d’arte Castèstyle e le opere che sono state donate da vari artisti e che stanno contribuendo a creare la galleria permanente del piccolo borgo, come la scultura “Il Cielo Sopra Castè” di Paolo Megazzini. I

l progetto degli abitanti e degli imprenditori di Castè, finalizzato alla rinascita del Borgo, abbandonato fino agli inizi del 2000, raggiunge oggi un traguardo importate con l’ingresso tra gli sponsor della rassegna di Coop Liguria. Fino ad oggi infatti il restauro del bellissimo borgo medioevale e la sua promozione tramite iniziative culturali si è basato principalmente sul contributo degli abitanti e delle piccole aziende di Castè. Coop Liguria, dimostrando ancora una volta una grande attenzione al territorio, ha voluto credere in questo progetto e alla sua capacità di attrarre turismo e risorse in una zona tanto bella quanto poco conosciuta. Per prenotazioni e info: 3403462284 www.castestyle.com

Più informazioni su