laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Frassini: appello alla soprintendenza e a tutte le forze politiche

Più informazioni su

SARZANA – Gli archeologi incaricati di analizzare i reperti rinvenuti nel campetto dell’oratorio in seguito ai primi scavi di sbancamento, per la realizzazione del parcheggio interrato, dovrebbero essere prossimi alla conclusione della relazione da inoltrare alla Soprintendenza per il parere che, di fatto, deciderà il futuro di una delle aree più antiche della città.

Non bastarono le oltre 600 firme che raccolsi nel 2012 per chiedere al Sindaco Caleo e al suo assessore all’urbanistica di bloccare quello scempio, la lettera di un cittadino al Papa, il volantinaggio davanti a Santa Maria e la consegna della documentazione a Don Paolo Cabano, durante un suo intervento a Sarzana in rappresentanza della curia Vescovile della Spezia.

Non era un segreto per nessuno che sotto quel campo donato da una famiglia alla Chiesa per far giocare i bambini della parrocchia, si trovasse un pezzo della storia della nostra città. L’avvio del cantiere ha semplicemente confermato tutto ciò che si diceva pochi anni fa ed oggi, Sarzana è nelle mani della Soprintendenza che è l’unica ad avere il potere di fermare quest’ennesima violenza al cuore del nostro centro storico.

Ed è quindi proprio a questo Ente che dobbiamo appellarci per salvare il centro storico da questa inutile colata di cemento.

Sono però consapevole che questo progetto condiziona la riapertura del Teatro Impavidi vista la scellerata idea della passata amministrazione di vincolare la realizzazione di un opera pubblica importantissima all’intervento di un privato ma auspico che tutte le forze politiche di oggi sapranno unirsi, insieme ai cittadini, per trovare una soluzione alternativa che non renda vani tutti gli sforzi e gli investimenti fatti per restituire alla città il suo Teatro.

Nel caso in cui le cose andassero come spero non ci saranno vittorie se non saremo in grado di assicurare alla città la vasca antincendio per il nostro Teatro. E non bisognerà perdere tempo.

Il primo passo sarà cercare un contributo da parte della Regione Liguria ed è per questo che ho invitato il Sindaco Alessio Cavarra a convocare una riunione politica dei Capigruppo Consiliari per elaborare un documento unitario da inviare al Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Sui grandi temi della città ho sempre sostenuto che fosse necessaria unità di intenti da parte di tutte le forze, anche quelle sempre pronte a dire no.

Spero che nessuno si voglia eclissare dietro inutili alibi come auspico che il Presidente della Regione Liguria, pur non nascondendo la sua volontà di accordare finanziamenti a comuni in linea con la politica regionale capisca che il Teatro di Sarzana è patrimonio dell’intera regione e che è fondamentale far di tutto perché lo stesso abbia tutte le carte in regola per riaprire.

Più informazioni su