laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Cna e Confartigianato: al prefetto la richiesta di sbloccare la situazione degli Stagnoni

Più informazioni su

LA SPEZIA – E’ passata ormai una settimana dall’incontro in Autorità Portuale del 21 Luglio u.s. ma , malgrado la volontà dichiarata a più riprese dalle nostre Associazioni, di voler revocare il fermo dell’Autotrasporto proclamato a partire dalle 22 del 7 Agosto 2016, consci che questo creerebbe disagi alla comunità tutta oltre che agli attori direttamente coinvolti, non possiamo farlo perché tutto sembra essersi congelato in uno scambio di mail.

Non ne capiamo le ragioni ed è per questo che stamani è stata formulata una richiesta al Prefetto affinchè si faccia parte terza per chiudere una vicenda che è rimbalzata sulle cronache locali a più riprese, ovvero la critica situazione di entrata dei mezzi pesanti agli Stagnoni.
Situazione di disagio che si ripresenta tutti gli anni in questo periodo acuita a Giugno anche a causa dell’installazione delle nuove pese dovute all’entrata in vigore della SOLAS a partire dal 1 Luglio.

Proprio per affrontarla in tempo Cna e Confartigianato avevano chiesto l’intervento dell’A.P. già dal 16 Giugno scorso, affinchè la stessa si facesse carico di convocare le parti in causa per trovare una possibile soluzione.

Il verbale inviatoci a seguito del tavolo conclusivo del 21.07 era “quasi” perfetto, con richieste di piccole limature peraltro già fatte presenti nei vari incontri: bastava quindi  trasformarlo in Protocollo e richiamare le parti.

Tutto però si è inceppato e ce ne rammarichiamo perché  riteniamo che il percorso fatto dall’8 luglio ad oggi sia stato ineccepibile e molto utile;  dopo anni, infatti, anche grazie alla nostra richiesta, l’A.P. è riuscita a mettere insieme un tavolo di lavoro  che noi auspichiamo rimanga tale   anche nel proseguo.

Tavolo che riteniamo  indispensabile sia per la verifica e il raffronto sugli impegni assunti nel Protocollo che noi ancora auspichiamo, anzi siamo certi, verrà siglato a brevissimo, ma anche per prevenire i problemi che di volta in volta potrebbero presentarsi nonchè per progettare soluzioni condivise tra tutti gli operatori ruotano attorno all’economia del traffico merci del Porto.

Più informazioni su