laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Frijia: «Atc: la biglietteria di Piazza Chiodo tutti i pomeriggi di Agosto resterà chiusa»

Più informazioni su

La denuncia di Maria Grazia Frijia, Consigliere comunale di FdI che presenterà interrogazione in Comune per chiedere spiegazioni, e di Fulvio Mammi, Coordinatore provinciale del Movimento giovanile di FdI, che dichiarano: “Una grave inadempienza della società di trasporto pubblico locale della nostra città”.

LA SPEZIA – “Raccogliamo le lamentele di diversi cittadini che si sono rivolti a noi per segnalarci il fatto, grave a nostro avviso, relativo alla chiusura, tutti i pomeriggi di Agosto, della biglietteria di Atc di Piazza Chiodo”. Così dichiarano Maria Grazia Frijia, Consigliere comunale di FdI, e Fulvio Mammi, Coordinatore provinciale dei Giovani di FdI che continuano: “ vogliamo capire cosa sia accaduto e il perché di questa decisione, per questo chiederemo spiegazioni all’Amministrazione comunale anche sotto il profilo della comunicazione di questa disposizione rispetto alla quale ci sembra che l’Azienda sia e sia stata carente. Infatti abbiamo fatto delle ricerche: sul sito la notizia è nascosta nei meandri del sito stesso, alla faccia della trasparenza, mentre, altrimenti, l’utente è costretto a prenderne atto solo attraverso un cartello esposto presso gli uffici di Piazza Chiodo con il grave disagio, per chi vi si reca nel pomeriggio, di trovare la biglietteria chiusa ”.

“Non ci siamo proprio – continuano Frijia e Mammi – non solo sotto il profilo del servizio per gli utenti spezzini, ma anche rispetto al fatto che se vogliamo essere una città turistica dobbiamo assicurare i servizi, soprattutto quelli pubblici, e quello della biglietteria di Piazza Chiodo, punto di riferimento fondamentale, rappresenta un servizio importante per gli utenti. Il fatto è che a rimetterci sono sempre i cittadini che, oltre a pagare salati biglietti, devono anche vedersi decurtati e depotenziati servizi necessari come quello della biglietteria di Piazza Chiodo”.

“E’ chiaro che organizzativamente qualcosa non ha funzionato e vogliamo vederci chiaro. La qualità della vita delle persone, lo sviluppo del turismo e l’accoglienza turistica passano anche dal riuscire a garantire tutta una serie di prestazioni. La città ad agosto pullula di gente, non è più come un tempo quando, durante questo mese, le città si svuotavano. Oggi molti spezzini lavorano nei mesi estivi, non vanno in vacanza e i turisti sono moltissimi. Inoltre, mentre ad esempio ai negozianti si chiede che rimangano aperti per potere avere una città viva e ospitale, dobbiamo prendere atto che il servizio pubblico la sua parte la fa sempre poco e male e questo è grave. Il cambio di mentalità, se vogliamo puntare sul turismo, ci deve essere a 360°, ma pare che per l’amministrazione spezzina e per le sue società partecipate questo non valga”, concludono Frijia e Mammi.

Più informazioni su