laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sgravi sui tributi locali Tari e Imu: le famiglie risparmiano oltre 410 mila euro

Più informazioni su

Il sindaco Cavarra: le politiche di risanamento che abbiamo messo in atto stanno garantendo una progressiva redistribuzione di risorse a vantaggio dei cittadini.

SARZANA – “Ridurre la pressione fiscale era uno degli obiettivi che ci siamo prefissati ad inizio legislatura – spiega il sindaco Alessio Cavarra. Oggi, dati alla mano, possiamo dire di esserci in parte riusciti e questo grazie alle politiche rigorose di risanamento che abbiamo messo in campo che ci hanno consentito di procedere verso una progressiva redistribuzione di risorse a vantaggio dei cittadini, attraverso una serie di provvedimenti volti proprio ad agevolare famiglie meno abbienti, particolari categorie, imprese che investono sul nostro territorio”.

Sul fronte Tari, per esempio, sono oltre 7 mila su circa 9 mila contribuenti, coloro che hanno beneficiato della riduzione dall’8 al 10% del tributo rispetto allo scorso anno, per un totale di € 160mila.

Ma non solo. Sempre per quanto riguarda la tassa sui rifiuti, l’istituzione del fondo per le famiglie con difficoltà economiche ha fatto sì che, a fronte della presentazione dell’ISEE, 349 nuclei famigliari abbiamo ottenuto agevolazioni. Di questi 240 sono stati completamente esentati dal pagamento, 50 hanno usufruito della riduzione del 50% e altri 59 nuclei familiari sono stati esentati a seguito di valutazione sociale. Il tutto per un risparmio complessivo per i cittadini di circa 80 mila euro.

E ancora sono 1361 gli utenti che usufruiscono del 10% di sconto per il compostaggio domestico, con un risparmio medio di 40 euro sulla bolletta, per un totale di 56 mila euro e 119 gli utenti che hanno beneficiato dell’esclusione per inagibilità dell’immobile, per un importo complessivo di 31 mila euro.

Da quest’anno poi, pur considerando il fatto che la Tari è la più bassa in provincia per attività commerciali e artigianali, l’amministrazione ha introdotto un ulteriore bonus di 200 €, destinato alle aziende, per ogni assunzione avvenuta o che avverrà nel corso del 2016. Bonus che potrà essere richiesto a partire da gennaio 2017. Sempre dal gennaio prossimo anche chi ha aperto una nuova attività nel 2016 potrà fare richiesta dello sconto previsto in una percentuale compresa tra il 50% e il 70%.

Per quanto riguarda invece l’IMU, ovvero la tassa sulla casa, per il secondo anno consecutivo, venendo incontro alle richieste dei cittadini, l’amministrazione ha confermato lo sconto per coloro che concedono le case in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale. Si tratta di 478 utenti che hanno risparmiato una media di 200 €, per un mila euro, pari a 90mila euro di sgravi.

Un risparmio totale su casa e rifiuti che supera i 250 mila euro.

“Queste agevolazioni – spiega l’assessore al bilancio Elisabetta Ravecca – sono frutto di rigorose politiche di lotta all’evasione fiscale che abbiamo perseguito con grande determinazione. Pagare tutti per pagare meno è stato il nostro obiettivo fin dall’insediamento e oggi possiamo raccoglierne i frutti con risultati concreti, come si evince dai dati di bilancio, e direttamente percepibili dai cittadini”.

Le fa eco l’assessore al sociale Daniele Castagna: “L’attenzione alle famiglie in difficoltà non è mai venuta meno – dichiara – e sulla Tari siamo riusciti, attraverso un bando che teneva conto dell’indicatore economico ISEE, a sgravare i cittadini che vivono condizioni di disagio di un impegno economico fuori scala rispetto alle loro reali possibilità”.

Più informazioni su