laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sanità: liste di attesa e progetto sperimentale ASL 5

Più informazioni su

LA SPEZIA – Liste di attesa lunghe, il cittadino costretto più volte a ricercare la prenotazione della prestazione fino a trovarla magari, facendosi qualche chilometro, in Toscana.

Sul cittadino oggi si scaricano tutte le “disfunzioni” di un sistema che “raziona” le prestazioni, perchè non ha risorse sufficienti, ma è anche sprecone perchè non è in grado di ridurre l’alta percentuale (circa il 20%) di esami inutili.

Nella riunione di questa mattina del Comitato Consultivo Misto dell’Asl 5°, la Direzione aziendale ha illustrato alla Rappresentanza delle Associazioni di volontariato e Tutela dei malati, il Progetto sperimentale sulle liste di attesa basato sul coinvolgimento dei Medici di famiglia nella prenotazione diretta sulla diagnostica per immagini.

Se l’Asl 5° e la Regione intendono iniziare ad allegerire l’aggravio sul cittadino e migliorare l’appropriatezza, il progetto sperimentale messo in campo va nella direzione giusta.

Le Associazioni del Comitato Misto Consultivo dell’asl 5° ritengono che il sistema delle prenotazioni delle prestazioni specialistiche, a regime, non debba più gravare sulle spalle dei cittadini e vada portato il più vicino possibile allo studio del Medico che prescrive la prestazione sanitaria.

Perchè è principalmente chi governa la domanda (medici specialisti e dai mmg) che sa quanto deve essere la “giusta attesa”.

L’operazione però non dovrà togliere tempo alle visite e al rapporto con il paziente e finanziato dalle risorse del sistema sanitario regionale recuperate dall’appropriatezza delle prescrizioni.

La sperimentazione ha i limiti di essere parziale (solo per la diagnostica per immagine) e riguarda un numero limitato di Mmg. Il coinvolgimento di portare anche gli Specialisti su questa strada rimane al momento solo un impegno.

Bene invece, l’istituzione di un numero verde dedicato ai MMG per gli utenti che non hanno garantito le risposte nei tempi previsti dalle classi di priorità.

Importante la disponibilità data sempre ai Medici di famiglia di avere un numero dedicato di prenotazioni per le fragilità gravi.

Le Associazioni hanno richiesto, nei prossimi mesi, il monitoraggio della sperimentazione in sede di Comitato Misto Consultivo dell’Asl5°.

 RAPPRESENTANZA
ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E DI TUTELA DEL MALATO
Il Coordinatore
Omero BELLONI

Più informazioni su