laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Spazio BOSS. Gli eventi della settimana: Jello Biafra, Mellow Mood e Voivod

Più informazioni su

LA SPEZIA – Settimana ricca di live con i grandi nomi della musica italiana e internazionale allo spazio BOSS della Spezia, l’area eventi alla Pinetina del Centro Allende.

Domani, mercoledì 17 agosto, alle 22 è in programma un grande fuori programma che porterà in unica data italiana alla Spezia la storica figura del musicista statunitense Jello Biafra, che salirà sul palco con i “The Guantanamo School of Medicine”. L’apertura porte è prevista per le 20.

I musicisti americani hanno conquistato il grande pubblico internazionale con show esplosivi che guardano al passato del frontman dei Dead Kennedys catapultandone pero’ la propria visione musicale (e non) ai tempi attuali ed andando ben oltre la classica operazione nostalgia. Sono passati trent’anni dalla fine dell’esperienza di Jello Biafra con la band di cui ha dato le origini, i Dead Kennedy’s. E’ proprio da quell’esperienza e dalla carriera attivista che lo ha sempre contraddistinto è nato il suo nuovo progetto musicale. Forte della sperimentazione, dell’attivismo politico e delle numerose collaborazioni (Melvins, No Means No, DOA, Reverend horton Heat e tanti altri), Jello si è sempre contraddistinto per l’uso dell’hardcore politico come arma: messaggi forti e diretti accompagnati da una sonorità cruda. Ma il messaggio ha anche bisogno di un mezzo di trasmissione e Jello ha sempre sentito la mancanza di un gruppo che lo supportasse. Nasce così un quartetto noto inizialmente con il nome Jello Biafra and the Axis Of Merry Evildoers che travolge la San Francisco’s Great American Music Hall con due date sold out. Nell’ottobre 2009, nasce il primo project album: ‘The Audacity Of Hype’ la cui registrazione vede la collaborazione del chitarrista Kimo Ball (Freak Accident, Carneyball Johnson, Mol Triffid, Griddle) che diventerà poi il quinto componente della band conosciuta con il nome attuale di Jello Biafra And The Guantanamo School Of Medicine. Il secondo album dal titolo ‘White People and the Damage Done’ arriva nel 2013 mettendo insieme l’abilità di Jello (voce), di Ralph Spight dei Victims Family (chitarra), di Kimo Ball (chitarra), di Larry Boothroyd (basso) e di Paul Della Pelle (batteria). Il sound della band mantiene molte influenze dei Dead Kennedys: un chaos musicale sotto effetto stupefacente con una buona dose di proto punk di scuola Detroit, mischiato a chitarre su più livelli sonori ed escursioni di percussioni tipicamente metal. Che si tratti di produrre dischi con la sua etichetta, la ALTERNATIVE TENTACLES, o di candicarsi come sindaco di San Francisco JELLO BIAFRA e il suo messaggio rimangono immutati. Un personaggio controverso, affilato, originale, aperto al confronto e profondamente punk.

Costo del biglietto: 17 €

Venerdì 19 agosto alle 21.30 sarà la volta degli italiani “Mellow Mood”, senza alcun dubbio tra i protagonisti della scena reggae internazionale degli ultimi anni. Ad aprire la serata saranno gli spezzini “Pogaroba”.Giunti al quarto disco e forti di decine di milioni di visualizzazioni su YouTube, i Mellow Mood esordiscono ufficialmente nel 2009 con un album autoprodotto “Move!” e si impongono in breve tempo all’interno della scena indipendente italiana. Approdano nel 2012 nella sezione internazionale de La Tempesta Dischi, principale etichetta indipendente del Paese, pubblicando “Well Well Well”, disco che li conferma tra le realtà più interessanti del panorama reggae internazionale. L’uscita di “Twinz” (2014) allarga ancora il campo d’azione della band pordenonese, portandoli a suonare sui palchi dei principali festival europei (Rototom Sunsplash, Summerjam, Sziget Festival) e oltreoceano. A dieci mesi di distanza, “Twinz” svela il proprio gemello: è “2 The World”. arricchito da collaborazioni nazionali e ospitate giamaicane (Tanya Stephens, Jah9, Hempress Sativa, Gideon & Selah). Assieme al loro produttore Paolo Baldini hanno recentemente lanciato La Tempesta Dub, sotto-etichetta della più celebre La Tempesta Dischi, attraverso la quale pubblicare i prossimi lavori del loro team.

Costo del biglietto: 12 €

Sabato 20 agosto alle 22 è in programma il secondo appuntamento con“La clinica dischi”

Seconda serata coordinata da La Clinica Dischi con tre band selezionate appositamente per il palco di Boss. La Clinica Dischi è un’etichetta discografica indipendente nata dalla collaborazione tra alcuni gruppi attivi nella zona di La Spezia, che si propongono sulla scena musicale italiana. L’intento è quello di promuovere i progetti musicali emergenti con iniziative concrete, autonome e libere, che creano un’alternativa autogestita ai canali tradizionali, in modo da fornire a band e solisti un adeguato supporto organizzativo e tecnico: management, ufficio stampa, booking, registrazioni.

Ingresso: Up to You

L’intensa settimana di BOSS si chiuderà domenica 20 agosto con l’attesissimo concerto di una delle band più importanti del metal mondiale: i Voivod. Ospiti della serata saranno gli spezzini Septem.Apertura porte alle 20.

I Voivod hanno alle spalle una carriera lunga trent’anni, caratterizzata da alti e bassi, da accordi con le major, da lunghi periodi di tour in giro per il mondo, da ben tredici album registrati in studio e da tanti cambi di line-up. I cambi di formazione, che hanno riguardato soprattutto i bassisti, sono stati determinati per lo più dalle circostanze avverse e da incidenti, segnando il passaggio di consegne tra nomi quali Jason Newsted, ex Metallica, ed Eric Forrest. Con l’arrivo di Eric al basso la band si tramuta in un trio, dato che ricopre anche il ruolo di cantante. Il colpo più duro al gruppo viene inflitto nel 2005, quando i Voivod si scontrano con la tragica scomparsa dello storico chitarrista, Denis ‘Piggy’ D’Amour. L’episodio però riavvicina la band che negli anni precedenti aveva perso un po’ di affiatamento: per mantenere viva l’eredità e il ricordo di Piggy, ristrutturano e rinnovano il gruppo, iniziando una nuova era. E la risposta del pubblico è carica d’entusiasmo, tanto da riaccendere nei Voivod l’ispirazione per scrivere nuove canzoni e per dedicarsi a nuovi lavori in studio. Il risultato di questa nuova rotta è l’album ‘Target Earth’, che celebra anche il trentesimo anniversario della band. I fan sono impazienti di ascoltarlo e il risultato è un disco dove la band dà tutta se stessa, esprimendo al massimo la sua abilità musicale. ‘Target Earth’ incorona i Voivod come una delle realtà più influenti del metal. I Voivod sono una di quelle rare band capaci di reinventarsi e di ridefinirsi anche dopo trent’anni, continuando a svelare sempre di più al loro pubblico.

Costo del biglietto: 20 €

Sarà inoltre ancora visitabile ad ingresso gratuito la mostra alla BOSS Gallery dedicata a Sergio Fregoso, che nei suoi primi giorni di apertura ha riscosso un notevole successo di pubblico.

Più informazioni su