laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Karate: a Lignano, Funakoshi a medaglia con Moggia e Neri

Più informazioni su

LA SPEZIA – A Lignano Sabbiadoro (UD), s’è disputato il tradizionale Open internazionale di Karate , giunto alla sua trentunesima edizione. Tutte le classi federali presenti, dai giovanissimi “Esordienti A” alle classi “Master” hanno dato vita ad una due giorni dagli alti contenuti tecnici e dai grossi numeri partecipativi (oltre 1.100 atleti iscritti). Il Funakoshi Club di La Spezia vi ha partecipato con due atleti militanti nella categoria master, Daniele Moggia c.n. 2°dan e Laura Neri c.n. 4° dan , entrambi iscritti nella specialità dei kata (forma).

I due atleti, che sono anche allenatori ed insegnanti presso il famoso sodalizio sportivo migliarinese, hanno ben figurato. Medaglia di bronzo per Daniele, che nella categoria +35 anni dopo avere superato con il punteggio di 5 a 0 due avversari (Carlos De Marco e Enrico Fazio esibendo i kata Heiku e Nipaipo) , è stato fermato, nella finale di poule da un discutibile verdetto di 2 a 3 (in questa fase aveva eseguito il kata Unshu), dal lombardo Francesco Landi risultato poi il vincitore della categoria. Il forte atleta spezzino si rifaceva subito, nei ripescaggi, con una vittoria piena (5-0 con il kata Paiku) conseguita nella finale per il terzo posto sul triestino Paolo Perucci. Primo posto per Laura, con una netta vittoria (5 a 0) sulla calabrese Marino Domenica nella finale della categoria +45 anni dove ha eseguito una buona prova del kata Matsumura Bassai.

La prospettiva olimpica ha sicuramente dato uno stimolo in più a tutti i partecipanti a questo importante evento, il primo, dopo l’importante comunicazione giunta dalla Sessione del CIO svoltasi a Rio de Janeiro che ha deliberato l’ingresso di cinque nuovi sport nel programma olimpico di Tokyo 2020, tra questi giustappunto anche il Karate. Dopo il Judo, quest’altro meraviglioso “sport” giapponese guadagna un posto nel consesso olimpico. Per la Federazione Sportiva Nazionale FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali l’unica riconosciuta dal CONI ) è un passo importantissimo. La FIJLKAM con questa grande opportunità, conferma se mai fosse necessario, la titolarità di rappresentare il karate sportivo italiano che le apparteneva (essendo una Federazione Sportiva Nazionale del CONI) , ma la mancata partecipazione alle Olimpiadi la riduceva, ponendola nei giudizi del mondo sportivo, al pari delle altre organizzazioni che in Italia promuovono il karate, ma che ora rimangono fuori dai Giochi Olimpici. Nella città di La Spezia solo un’Associazione Sportive Dilettantistica è affiliata alla FIJLKAM, si tratta del Funakoshi diretta dal Maestro Sauro Baldiotti c.n.7° dan (nella provincia di La Spezia ne esistono altre tre) le altre Associazioni Sportive che praticano Karate sotto l’egida degli Enti di Promozione oppure sotto sigle non riconosciute dal CONI, non avranno la possibilità di mettere in pista i propri atleti per coronare il sogno Olimpico. Per le Associazioni a marchio FIJLKAM il percorso a cinque cerchi costituisce una nuova sfida per una programmazione tecnico organizzativa che dovrà dimostrare competenza nell’allargare il bacino di atleti agonisti competenti da cui emergerà, si auspica, uno o più Campioni Olimpici.

Nella foto da sx: Daniele Moggia e Laura Neri

Più informazioni su